Sconcerti: «La Juve incontrerà difficoltà in casa del Lione»

0
28

Mario Sconcerti si espone sul match di andata degli ottavi di finale di Champions League. «Il Lione non ha nulla da perdere, la Juve in Francia…».

mario sconcerti juventus cristiano ronaldo
mario sconcerti sulla juventus

Juve Champions League tra speranze di passare il turno e la testa all’Inter domenica sera. In mezzo, il campionato è sotto il giogo del Coronavirus: è giusto fermarsi? Il giornalista Mario Sconcerti ha fatto il punto della situazione rilasciando la consueta intervista a calciomercato.com.

LEGGI ANCHE>>> Lione-Juventus, le probabili formazioni di questa sera

La Juve di scena a Lione

Sconcerti, su ciò che concerne la partita di stasera dei bianconeri a Lione, non ha dubbi. «Il Lione è una squadra completa, non eccezionale, ma solida, quadrata e organizzata. Certamente senza speranze di vincere nel suo campionato – dice -. Proprio per questo mette tutto in queste partite. Non sarà facile per la Juventus». Il clima inoltre sarà incandescente e i fan bianconeri non saranno tantissimi. L’emergenza Coronavirus ha fatto rilasciare dichiarazioni antipatiche ai sindaci del comprensorio. Ma i fan della Vecchia Signora saranno ugualmente presenti allo stadio. «La Juventus è favorita, ma a Lione qualche difficoltà la troverà» taglia corto poi.

LEGGI ANCHE >>> Coronavirus e campionato, tutto ciò che c’è da sapere sui recuperi

Mario Sconcerti

Sconcerti e l’importanza di dybala

Per Sconcerti il jolly è Paulo Dybala, che rappresenta l’uomo in più. «E lo si è visto anche a Ferrara contro la Spal. Continuità e qualità: Dybala oggi è questo. Si sta togliendo di dosso il complesso del titolare, sta vincendo la corsa su Higuain, ha imparato ad accettare Ronaldo». Si chiude parlando del ruolo della Joya. «Sta giovando da 9 atipico, lui che è un 10 puro. E’ come Baggio, che Platini aveva battezzato come 9 e mezzo, cioè un incrocio tra un primo e un secondo attaccante. A 26 anni è giusto puntare su di lui, non ha più senso aspettare».