Orsolini: «Quando ero alla Juve gli altri andavano il doppio di me»

0
15

Riccardo Orsolini, attaccante del Bologna, ha racontato di quando firmò per la Juventus. «C’è il J-Medical stracolmo. Mi chiesi se fossero lì per me».

Orsolini con la maglia rossoblù
Orsolini con la maglia rossoblù

In una diretta sul suo profilo Instagram, Riccardo Orsolini ha raccontato un po’ di come fu catapultato a sorpresa nel mondo della Juventus.  «Venivo da una piccola realtà, mi sono trovato in un J-Medical stracolmo di giornalisti e fotografi. Ho chiesto al mio procuratore “ma stanno qua per me? Non è che c’è qualche altro giocatore a fare le visite?”». Sono queste le parole con cui ha commentato il passaggio dall’Ascoli.

LEGGI ANCHE >>> Dybala, ora è un mistero. Non va in diretta durante “A casa con la Juve”

Orsolini e la Juventus, durò poco

«In allenamento non la vedevo mai, andavano al doppio – racconta Orsolini -. Io venivo dalla Serie B e l’intensità era diversa, mi sono trovato a disagio e non ne beccavo mezza. Mi chiedevo “ma come faccio?”. E’ lì che ho capito di non esser pronto per quel tipo di palcoscenico, almeno in quel momento. Ho capito che dovevo mettermi sotto per provare a colmare quel gap. Sono convinto che è stata tutta una questione di ritmo. Una volta acquisito, e insieme alle tue qualità, riesci a confrontarti anche con i campioni». Adesso all’orizzonte Paratici potrebbe riportarlo alla Juventus dal Bologna.