Spadafora, che apertura: «Spero che i campionati finiscano, ma…»

0
21

Il ministro dello Sport, Vincenzo Spadafora, concede la prima grande apertura al mondo del calcio: «Cercheremo unua soluzione, ma sarà sicuro a porte chiuse».

Serie A spadaforaVenerdì potrebbe essere il giorno campale per il calcio italiano. Il giorno da dentro o fuori. Verrà presentato il nuovo protocollo della Figc al Comitato tecnico scientifico e si deciderà come procedere. Ieri sera, intanto, il Ministro Vincenzo Spadafora ha rilasciato l’ennesima intervista. «Entro questa settimana avremo un responso dal Cts sul protocollo della Figc. E’ stato fatto un buon lavoro, si troverà una soluzione». Si tratta della vera prima apertura a distanza di mesi. E’ avvenuto a “Frontiere“, in onda su Rai 1. «Mi auguro che il campionato riprenda – ha aggiunto – ma deve avvenire in sicurezza. Lavoreremo perchè questo avvenga».

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Juventus, si punta Koulibaly: ecco la strategia

Spadafora volta pagina?

«Se le condizioni non consentiranno la ripresa sarà il Governo a decidere che si fermano tutte le competizioni sportive – dice Spadafora — Anche il calcio, ma soprattutto sarà il Governo a creare le condizioni e a fare norme per limitare anche i danni al mondo del calcio e a tutti gli altri sport. Se ci sarà ripresa sarà a porte chiuse, è fuori discussione». Il ministro poi torna anche a discutere dei veleni recenti. «I toni di questi giorni sono stati determinati da una pressione eccessiva da parte di chi ci chiedeva di decidere subito la data – ha aggiunto -.Oggi non abbiamo gli elementi per dire se a metà giugno sarà possibile riprendere il campionato. Io me lo auguro e lavoreremo perchè questo avvenga. Dipenderà da una serie di cose, da cosa succederà in queste settimane e se la curva dei contagi continuerà a scendere».