Cristiano Ronaldo, con la Juventus può diventare l’eroe dei tre mondi

0
29

Cristiano Ronaldo è a 28 reti, una meno di Immobile. Può essere il primo a vincere la classifica cannonieri in Inghilterra, Spagna e Italia. Per la Juve…

Juventus Ronaldo
@Getty Images

Cristiano Ronaldo, come titola la Gazzetta dello Sport, può diventare l’ero dei tre mondi. il fuoriclasse portoghese della Juventus è a 28 reti, una meno di Immobile. Può essere il primo a vincere la classifica cannonieri in Inghilterra, Spagna e Italia. Per la Juventus sarebbe ulteriore lustro all’investimento effettuato nell’estate del 2018.«CR7 tallona Ciro Immobile per l’ennesimo primato – si legge -. Vuole essere il primo della storia a vincere il titolo di miglior marcatore in Premier, Liga e Serie A. Gli manca un gol per raggiungere il laziale e se prendiamo come parametro l’andatura degli ultimi mesi (pre e post covid) non tarderà a segnarlo. Il Re ha uno score di 7 reti nelle 6 gare di Serie A giocate dopo il lockdown, ma soprattutto ha fatto centro in 17 degli ultimi 18 match di campionato. In pratica dal primo dicembre (Juventus-Sassuolo) a oggi è rimasto a secco solo con l’Inter. Dall’astinenza novembrina (un mese senza gol, anche per colpa di un fastidio al ginocchio che non gli permetteva di allenarsi al meglio) alla grande abbuffata del periodo successivo».

LEGGI ANCHE >>> Mauro “rimanda” la Juventus: «Tanti guai in difesa, non c’è il gioco di Sarri»

Cristiano Ronaldo, il re del gol

Cristiano Ronaldo (Getty Images)

«Cristiano Ronaldo si nutre di sfide e di limiti da scavalcare – continua la rosea -. In Inghilterra ha infranto il muro dei 33 gol tra coppe e campionato (primato di George Best). In Spagna è stato il primo giocatore del Real a superare con 51 marcature stagionali il record di Ferenc Puskas (51) che resisteva dal 1959-60 (nel 2010-11). In Italia per diventare il miglior marcatore della A deve superare Gonzalo Higuain, che col Napoli di Maurizio Sarri fece 36 reti nel 2015-16. Si racconta che appena arrivato a Castel Volturno il tecnico strinse un patto con l’argentino: «Tu seguimi e io ti farò segnare più gol di tutti». A Ronaldo Sarri ha promesso di aiutarlo a vincere il sesto Pallone d’Oro, per pareggiare il conto con l’eterno rivale Leo Messi».