Juventus, retroscena sulle parole di Sarri: “Voi mi mandate via ma…”

0
35

Il retroscena de il Corriere di Torino parla dell’addio di Sarri. L’ex allenatore bianconero prima dell’addio avrebbe pronunciato una strana frase

Juventus
Maurizio Sarri, ex allenatore della Juventus (Getty Images)

L’ex allenatore della Juventus prima dell’addio definitivo dalla casa bianconera avrebbe pronunciato una frase decisamente strana, infatti quello riportato da il “Corriere di Torino” rievoca proprio un retroscena avvenuto il giorno dell’addio definitivo di Maurizio Sarri dalla panchina della Juventus per poi la successiva nomina di Andrea Pirlo come prossimo tecnico, era l’8 agosto. Secondo il Corriere, c’è stato un tentativo dei bianconeri di per una risoluzione del contratto, che però non è avvenuta anzi…

LEGGI ANCHE>>>Morata vuole solo la Juventus. Il Canterano spinge per lasciare l’Atletico Madrid

Juventus, retroscena sulle parole di Sarri: “Voi mi mandate via ma…”

Maurizio Sarri, ex allenatore della Juventus (Getty Images)

Maurizio Sarri non solo non avrebbe intenzione di risolvere il contratto ma di non fare nessuno sconto alla Juventus, finché  non ci sarà un nuovo progetto continuerà a percepire 6 milioni per tutta la stagione, e poi probabilmente dovrà essere pagata una penale da 2,5 milioni qualora si volesse interrompere il contratto con un anno di anticipo. Ma la frase che ha fatto parlare è un retroscena proprio riguardante Sarri, un messaggio diretto alla Juventus, ecco quali furono le sue parole:

LEGGI ANCHE>>>Higuain, arriva il fratello-agente per la risoluzione con la Juventus

“Voi mi mandate via, ma questa squadra è inallenabile”, questo il pensiero del tecnico toscano prima dei saluti da Torino, era l’8 agosto. Ora al posto di Maurizio Sarri e subito subentrato Andrea Pirlo, per rivoluzionare, cambiare tutto. Servirà tempo e volontà, i bianconeri esordiranno con la prima sfida sotto il comando del maestro domenica alle 10.30 contro il Novara. Un oscillazione continua fra due moduli, dal  4-3-3 al 3-4-3. Ma il mercato deve ancora portare i suoi reali frutti. Il colpo grosso, vedi in attacco, deve ancora arrivare, con il Pistolero Suarez sempre più vicino ma non ancora annunciato, per questo il lavoro di Fabio Paratici è stato attivissimo, tanto da aver identificato già l’eventuale sostituto che potrebbe essere Edin Dzeko. La Juventus di Pirlo è comunque pronta alla nuova avventura.