Agnelli: «Introiti crollati. Effetti della pandemia non ancora esauriti»

0
3

Il presidente della Juventus Agnelli ha parlato in videoconferenza ai membri dell’Eca. «Quattro miliardi in meno di entrate nei prossimi due anni, sarà dura».

Andrea Agnelli bilancio juventus

La pandemia ha portato una crisi mondiale, l’ennesima di stampo economica negli anni 2000. Il calcio, per forza di cose, ne ha risentito in maniera pesante. Ne ha parlato anche ieri pomeriggio il presidente della Juventus agli altri membri dell’Eca. Andrea Agnelli ha fatto il punto in video conferenza parlando degli effetti drammatici del Covid-19 in tutto il mondo. Il calcio ne risente moltissimo e, Chelsea a parte, tutti stanno incontrando grandi difficoltà.

LEGGI ANCHE >>> Suarez-Juve, calciomercato: c’è lo zampino di Ronaldo, ecco perché

Agnelli e la crisi dopo la pandemia

Juventus

«Questa pandemia e questa crisi hanno messo alla luce una serie di problematiche a livello economico – ha dichiarato Andrea Agnelli -. Sarà una sfida difficile, dovremo cambiare il modo in cui operiamo. Dobbiamo essere molto attenti a come maneggiamo questa stagione e la prossima. Siamo ancora nel mezzo della gestione della crisi, che non è ancora finita. Siamo soddisfatti per aver portato a termine i campionati, sappiamo il lavoro che c’è stato e che ci sarà per continuare a farlo. Ricominciare la nuova stagione sarà difficile sia dentro che fuori dal campo. L’ultimo anno penso sia stato il più complicato nella storia della nostra organizzazione. Stiamo vivendo un momento di tensione, ma stiamo anche imparando a condividere i diversi pensieri e le diverse opinioni che abbiamo sul futuro».