Pirlo, per Sconcerti la tua Juventus non è una squadra

0
30

Nuove invettive del giornalista Mario Sconcerti alla Juventus di Andrea Pirlo. «La Juve è in una fase che gli scienziati chiamano di “decoerenza”, è incompiuta».

Il pareggio miracoloso strappato dalla Juventus a Roma, in inferiorità numerica per l’espulsione di Rabiot, ha messo a nudo i limiti di una rosa incompleta. Pecca di un centrocampista di grinta vera, di esterni moderni e dell’esperienza del suo allenatore. Mario Sconcerti, dalle colonne di calciomercato.com, va giù pesante nei confronti di Pirlo e della Vecchia Signora. «Si è vista a Roma l’altra faccia della Juve, quella che deve far gioco se attaccata. La risposta è che ancora non c’è però risposta».

LEGGI ANCHE >>> Juventus, difesa colabrodo. Cosa è cambiato nel dopo-Sarri?

Pirlo bacchettato da Sconcerti

mario sconcerti juventus cristiano ronaldo
Mario Sconcerti (Getty Images)

Sconcerti approfondisce poi il concetto sulla Juventus di Pirlo. «La Juve è in una fase che gli scienziati chiamano di “decoerenza”, è incompiuta. Il centrocampo mette in difficoltà la difesa e perfino contro la Samp fino al 70esimo aveva fatto soltanto un tiro in porta, ieri nemmeno quello. Semplicemente, non è squadra. La Roma ha alzato il centrocampo e in fretta Ronaldo e Morata sono rimasti isolati e perfino Kulusevski ha pesato meno. La lentezza di pensiero ed esecuzione del centrocampo è testimoniata dai cambi di Pirlo che uno a uno ha sostituito tutti in quella zona di gioco».