Ravanelli, nessun dubbio: «Dybala e Ronaldo sempre in campo»

0
25

Fabrizio Ravanelli interviene sulla polemica legata all’utilizzo, da parte di Pirlo, di una Juventus con 5 elementi offensivi e si schiera con i due fuoriclasse.

Lui la Coppa dei Campioni l’ha alzata al cielo segnando in finale. Fabrizio Ravanelli non dimenticherà mai quella notte di Roma del ’96, la più bella della sua vita. Stamattina, su Gazzetta dello Sport, è intervenuto sulla polemica legata all’utilizzo, da parte di Pirlo, di una Juventus con 5 elementi offensivi. Penna Bianca si schiera apertamente dalla parte di due fuoriclasse bianconeri. «Zero dubbi: Dybala e Ronaldo sono gli unici attaccanti che non toglierei mai – ha detto -. La formazione comincia da loro, il resto si può adattare»

LEGGI ANCHE >>> Taglio agli stipendi, la Juventus fa segnare un -58 milioni

Ravanelli e le carenze a sinistra

Kulusevski, Juventus (Getty Images)

«Il bilancio del mercato è positivo – aggiunge Ravanelli -. Se prendi calciatori come Kulusevski e Chiesa, due dei talenti del calcio del futuro, non puoi fare valutazioni diverse. Quindi il voto sarebbe buono, inevitabilmente. Se dovessi trovare proprio una pecca a questo mercato, guarderei a sinistra. L’Inter? E’ sullo stesso livello ella Juventus. Molto, molto vicino a loro piazzo l’Atalanta. Nell’ultimo anno mi ha impressionato, credo che Gasperini se la possa giocare fino in fondo per lo scudetto con Conte e Pirlo. Più dietro ci sono la Lazio, il Napoli e anche il Milan, che con Pioli in panchina ha trovato un assetto e sta andando forte».