Juventus, piccolo campioni crescono: il prossimo U23 in prima squadra

0
23

Juventus, Radu Dragusin è il giovane Under 23 ad entrare in prima squadra. Un difensore classe 2002 dal futuro già roseo

Juventus
Juventus al lavoro @Getty

Juventus, un nuovo Under 23 in rosa. In principio fu Nicolussi Caviglia, mentre oggi gli esempi portano il nome di Frabotta e Portanova già pienamente entrati nell’immaginario bianconero da veri protagonisti ma il sentiero che collega la Under 23 sembra con la prima squadra si è fatto strada. La trasferta con la Lazio di domenica, infatti, ha sancito la prima convocazione di Radu Dragusin, con ogni probabilità il prodotto del vivaio bianconero al momento più futuribile, per molti motivi. Il classe 2002, davvero giovanissimo, e dunque potenzialmente in età ancora da Primavera, il difensore romen sta -letteralmente- bruciando le tappe.

LEGGI ANCHE>>>Calciomercato Juventus, non solo Neymar: altri affari col Psg

Juventus, piccolo campioni crescono: il prossimo U23 in prima squadra

Juventus
Juventus Serie A (Getty Images)

In virtù di uno strapotere fisico, il giocatore ricorda da vicino Van Dijk, che per altro è il suo idolo calcistico, che in campo lima il divario anagrafico con gli avversari e gli consente di risultare dominante nel gioco aereo, ma anche dell’efficace aggressività in marcatura e dell’innato senso della posizione. Già pensarlo al fianco di De Ligt è un’autentica suggestione, ma abbiamo visto come i bianconeri sappiano valorizzare al massimo i propri giovani del vivaio.

LEGGI ANCHE>>>Calciomercato Juventus, bomba Neymar: lo scambio

La tecnica di base ha qualcosa da migliorare ma è comunque già un predestinato. A Vinovo era sbarcato nell’estate del 2018, prelevato dallo Sport Regal Bucarest e strappandolo alla concorrenza del Psg, del Chelsea e dell’Atletico cui il club romeno è affiliato. In Serie C l’Under 23 è reduce da un tour de force di sette gare in tre settimane che l’ha confermata in zona playoff. Alla ripresa, domenica 22 contro la Pistoiese, i bianconeri ritroveranno Zauli in panchina, ma anche RosaBucosseBarbieri e, da ieri, Di Pardo. Tutti finalmente guariti dal Covid. Una Juventus sempre più giovane che vuole continuare con questa nuova ottica rivoluzionaria. Giovanissimi calciatori integrati insieme alle leggende dello spogliatoio. Pirlo ha creato una nuova avanguardia bianconera pronta a fare la differenza, non solo in campionato italiano, ma anche internazionale.