Juventus, il nuovo centrocampo di Pirlo: ora è da top club

0
743

Juventus, ieri sera, finalmente, s’è vista la vera squadra di Andrea Pirlo. La partita migliore della stagione e un centrocampo da top club

Mckennie va in rete in Champions League, Juventus @Getty

Juventus, finalmente si è vista la squadra di Andrea Pirlo. Le idee tattiche del mister sembrano essere arrivata a destinazione. Una partita cartolina di quelli che sono i pensieri tattici del maestro. I bianconeri hanno saputo fare la differenza regalando una prestazione incredibile in un campo così insidioso come il Camp Nou di Barcellona. Un netto 0-3 che ha visto una sola squadra in campo. Grande merito, oltre dei soliti attaccanti e difensori, va anche e soprattutto al centrocampo. Il reparto spesso più criticato e incompreso di questa Juventus.

LEGGI ANCHE>>>Juventus, la lezione di CR7 a Messi: non tutti l’avranno notata

Juventus, il nuovo centrocampo di Pirlo: ora è da top club

Juventus in azione contro il Barcellona, UCL @Getty

In un certo senso l’anima di questa Juventus è proprio la mediana: il ruolo che sembrava il più problematico ma che, forse, doveva solo sbocciare. Ieri sera i giovani hanno saputo fare la differenza. Arthur è entrato appieno nelle idee tattiche del mister ed è, a tutti gli effetti, il perfetto regista di questa Juventus. Partita giocata con sacrificio e intelligenza, il brasiliano è già un prediletto di Pirlo che lo ha trasformato nell’interprete che sperava. Ma non dimentichiamoci di Rabiot. Il francese lo scorso anno non ha brillato, salvo due-tre partite, si parlava come di un acquisto flop e di uno sbaglio della società, ma il francese ha già fatto ricredere tutti. In Francia se ne parla un gran bene, e anche ieri, nei minuti in cui è entrato, ha dato una prova di personalità pazzesca. Un’altra scommessa riuscita. Ma la vera gemma di questa Juventus rivoluzionaria passa tutta anche da un altro centrocampista.

LEGGI ANCHE>>>Calciomercato Juventus, scambio Dybala-Pogba a gennaio: i dettagli

Stiamo parlando, naturalmente, di McKennie. L’americano è la vera sorpresa di questa rosa. Ancora giovanissimo e già così decisivo. Entrato con molto rispetto e dedizione, ora, potrebbe guadagnarsi per tanto tempo il posto da titolare. Due gol consecutivi in due match di vitale importanza per la stagione dei bianconeri. McKennie, di soli 22 anni, ha già segnato sia nel derby che in Champions League contro il Barcellona.