Juventus, Cristiano Ronaldo lo punzecchia: “Non credo arriverà al top”

0
206

Juventus, Cristiano Ronaldo ha parlato del futuro che aspetta a suo figlio omonimo che proverà a raggiungere i livelli del papà

Juventus
Cristiano Ronaldo, Juventus @Getty

Juventus, una missione non facile per Cristiano Ronaldo jr. quella di replicare la carriera del forse più forte dei giocatore della storia del calcio del nostro tempo. Una missione quasi “impossibile” visto che CR7 ha collezionato la bellezza di cinque palloni d’oro, e ancora oggi, all’età di 35 anni fa la differenza alla Juventus e non è mai sazio di vittorie e titoli ma soprattutto di record. Un regime certamente non per tutti, visto che CR7 è una una specie di macchina da guerra sportiva, iniziando proprio dall’alimentazione, lo stesso campione ha detto più volte di quanto sia stata fondamentale alimentazione controllata maniacalmente nel corso della sua carriera. Senza dimenticare i duri allenamenti e la voglia di vincere.

LEGGI ANCHE>>>Calciomercato Juventus, può sfumare un obiettivo in attacco: c’è l’Atletico

Juventus, Cristiano Ronaldo lo punzecchia: “Non credo arriverà al top”

Cristiano Ronaldo e famiglia @Getty

Cristiano Ronaldo proprio per questo motivo vuole il meglio per suo figlio, il suo erede sia per nome ma anche per qualità. A tal proposito, ecco cosa ha detto il campione portoghese dopo esser stato premiato come miglior calciatore del secolo ai Globe Soccer Awards di Dubai. Proprio a proposito di CR7 junior, Cristiano ha detto: “Non credo che attualmente abbia quello che serve per arrivare al top. A volte sono duro con lui perché beve Coca Cola e Fanta. Mi arrabbio e ci litigo quando mangia patatine fritte e cose simili, lui sa che non mi piace questa cosa. Anche i miei bambini più piccoli quando mangiano cioccolata mi guardano preoccupati”.

LEGGI ANCHE>>>Georgina Rodriguez incanta tutti, abito rosso e spacco: le foto

Un regime alimentare preciso per diventare i numeri uno, ecco il segreto di Cristiano. Ma Jr sembra già dare segnali positivi a suon di gol e di trick, proprio per questo motivo Ronaldo è così severo perché ne intuisce le potenzialità. CR7 ha poi aggiunto: “Ad essere onesto ha del potenziale: è grosso, è veloce, ha un buon dribbling, ma questo non basta. Glielo dico continuamente, ci vuole tanta dedizione e tanto duro lavoro. A volte quando siamo a casa gli dico di andare sul tapis roulant e di fare un bagno nell’acqua fredda una volta finito per recuperare le energie. Ma lui mi dice che non vuole farlo, l’acqua è troppo fredda. Lo capisco, ha solo 10 anni”.