Porto Juventus, il retroscena sul rigore non fischiato su Ronaldo

0
825

Porto Juventus, un rigore per tanti tifosi e sportivi sacrosanto non fischiato contro i bianconeri, c’è il retroscena:

Cristiano Ronaldo, Juventus @Getty

Juventus, verso la fine della partita persa 2 a 1 in casa del Porto, i bianconeri si sono visti privare di un possibile, anzi, per molti evidente, calcio di rigore non fischiato ai danni di Cristiano Ronaldo che, nonostante la pessima prestazione, avrebbe potuto siglare un pareggio per i bianconeri. Un rigore talmente evidente che ha fatto discutere sui social. Ma c’è un interessante retroscena sull’accaduto, sembra infatti che il mancato fischio sia stato legato ad un motivo preciso. Ecco la ricostruzione:

LEGGI ANCHE>>>Calciomercato Juventus, si chiude per De Paul: sorpasso sulle rivali

Porto Juventus, il retroscena sul rigore non fischiato su Ronaldo

Cristiano Ronaldo, Juventus @Getty

Sul sito di ‘Juvemagazine.it’ viene riportato un importante retroscena sul mancato fischio del calcio di rigore ai danni di Cristiano Ronaldo. Il motivo arriverebbe dalle parole dello stesso arbitro che come giustificazione a Pirlo ha detto: “Non ho fischiato il rigore perché la partita stava finendo”Una scusa decisamente bizzarra visto la chiara occasione del possibile pareggio, Cristiano sui rigori difficilmente sbaglia. Un pareggio avrebbe fatto uscire i bianconeri sconsolati per la brutta prestazione ma certamente con un risultato migliore della sconfitta, anche se al ritorno basterà vincere 1 a 0 per passare il turno. Ma la risposta dell’arbitro Del Cerro Grande a Pirlo ha dell’incredibile, soprattutto perché tutte le moviole nel post gara hanno confermato che il rigore era netto.

LEGGI ANCHE>>>Milik alla Juventus, Calciomercato: c’è la clausola da pagare in estate

Andrea Pirlo ha naturalmente commentato l’episodio nel post gara di Champions League: “Non aver fischiato il rigore ha un peso, perché era netto. L’arbitro ci ha dato una spiegazione tutta sua dicendo che era finita la gara e quindi non ha voluto nemmeno andarlo a vedere. Una cosa strana, perché quando c’è un’occasione che ti può far cambiare la partita dovresti andarla e vedere e avere il coraggio di dare il rigore anche se siamo all’ultimo secondo della partita”. Certamente un episodio che farà parlare a lungo e speriamo non pregiudichi in negativo il futuro dei bianconeri in Champions League.