Juventus, c’è un dato statistico che non si può ignorare

0
268

La Juventus si accinge ad affrontare domani sera il Crotone nel suo impegno per questo turno di serie A con tanta voglia di vincere.

Juventus
Andrea Pirlo @Getty

Due ko di fila, uno contro il Napoli in campionato e quello contro il Porto in Champions, rischiano di compromettere la stagione della squadra di Andrea Pirlo, chiamata ad un pronto riscatto. Il tecnico deve fare i conti con molte assenze, ma sicuramente la Juventus ha le carte in regola per rialzarsi e ripartire. Anche se c’è un dato statitico che inizia a pesare, quello dei gol segnati direttamente da calcio di punizione.


LEGGI ANCHE —>Ritorno di fiamma per un centravanti già passato dallo Stadium

LEGGI ANCHE –>Calciomercato Juve, Icardi in bianconero: l’indizio arriva dai social

Juventus a secco da 42 partite su calcio di punizione

Juventus
Paulo Dybala (Getty Images)

Una questione evidenziata quest’oggi anche da Tuttosport, che in prima pagina sottolinea proprio come la Juventus abbia bisogno di sbloccarsi, dal punto di vista realizzativo, sui calci piazzati. Sono addirittura 42 partite che i bianconeri non riescono a mettere la palla nel sacco su palla inattiva, un dato che deve far sicuramente riflettere. Anche perchè in passato la Juve ha avuto dei grandi specialisti di calci di punizione, uno su tutti proprio l’attuale allenatore Andrea Pirlo. Che magari spera che il rientro di Paulo Dybala, molto abile a calciare le punizioni, possa interrompere questa striscia negativa.