Donnarumma verso l’addio al Milan. La Juventus è pronta, ma non è la sola

0
150

Donnarumma non riesce a trovare l’accordo con il Milan, la Juventus fiuta il colpo a parametro zero. Raiola e il ruolo del Psg dalla Francia.

Finale Coppa Italia Juventus-Milan precedenti stastistiche Buffon Donnarumma Dybala Higuain
Buffon e Donnarumma @ Getty Images

Il portale calciomercato.com dà un importante aggiornamento sulla questione relativa a Gianluigi Donnarumma. La scadenza del 30 giugno 2021 è sempre più vicina e tutti i top club europei si sono fiondati sul giovane portiere rossonero. Ora il Milan deve accelerare per il rinnovo. E’ una corsa contro il tempo ostacolata dai parametri economici imposti dall’agente Mino Raiola, che per il suo gioiello pretende un contratto di due anni a 10 milioni di euro netti a stagione. Dal canto suo il club rossonero ha messo sul piatto un contratto quinquennale a 7,5 milioni di euro l’anno. Un’offerta che il club ritiene assolutamente importante, uno sforzo necessario per blindare quello che potrebbe diventare il capitano del futuro. La Juventus segue con grande interesse la vicenda nonostante le grandi prestazioni di Szczesny.

LEGGI ANCHE >>> Cristiano Ronaldo, 135 in Champions. La Juventus aggrappata a lui

Donnarumma, la Juventus c’è. Opzione Psg

Nasser Al-Khelaifi (getty images)

Il legame tra la Juventus e il portiere della Nazionale italiana è da sempre particolare. Basti pensare a Zoff, Peruzzi e Buffon. Gigio ora sarebbe il loro naturale erede. Tuttavia, non c’è solo la Vecchia Signora. Da diversi anni il Paris Saint Germain sogna l’arrivo di Gianluigi Donnarumma. Nel 2017 lo sceicco Al Khelaifi aveva tentato l’allora giovanissimo portiere con un’offerta importantissima e tutta una serie di privilegi come una limousine per gli spostamenti a Parigi. Un anno e mezzo fa propose uno scambio con Alphonse Areola più conguaglio di venti milioni di euro che il Milan rispedì al mittente senza alcuna esitazione. Ora Leonardo è tornato a informarsi seriamente con Mino Raiola, vuole portare Donnarumma sotto la Torre Eiffel.