Juventus, la bordata di Auriemma: “Si fallisce per molto meno”

0
279

Juventus, tweet al veleno quello di Raffaele Auriemma, che lancia una bordata ai bianconeri. “Si fallisce per molto meno”

Auriemma (getty images)

La fede calcistica di Raffaele Auriemma è nota. Tifoso del Napoli, commentatore di parte delle partite azzurre per molti anni, non ha mai nascosto il suo amore per la formazione attualmente allenata da Gennaro Gattuso. E il giornalista è entrato di nuovo in polemica con la Juventus, attraverso un tweet apparso poche ore fa.

Auriemma, tramite il suo profili, ha pubblicato una foto riguardante un articolo del Sole24 Ore, che titola: “Juventus, le perdite semestrali aumentano a -113,7 milioni e i debiti a 358 milioni”. Un articolo di approfondimento del quotidiano economico, il più importante in Italia, che entra nel dettaglio del bilancio bianconero. Ma il tweet che l’accompagna è al vetriolo.

LEGGI ANCHE: Calciomercato Juventus, se torna Allegri saltano due teste: l’indiscrezione

Juventus, l’attacco di Auriemma

Dirigenza Juventus, Andrea Agnelli (Getty)

”Nella vita di ognuno di noi, ti fanno fallire per molto, molto, molto meno” ha sottolineato Auriemma. E ovviamente non sono mancate le critiche nei confronti del giornalista soprattutto da parte dei tifosi juventini. Anche e soprattuto da chi, nella materia economica, sicuramente è un po’ più preparato del giornalista napoletano.

Un attacco in piena regola nei confronti dei “conti” bianconeri. Anche se molti spiegano, sotto il tweet al veleno, che le cose non stanno effettivamente così. Non entriamo noi nella materia, rischieremmo di svicolare su una buccia di banana che si presenta assai difficile da evitare. Non siamo economisti e riportiamo i fatti. Per quello che sono. Una risposta comunque coglie maggiormente l’attenzione, quella di un utente che mostra i debiti delle altre squadre, dei top club d’Europa per intenderci. Dove al primo posto c’è il Barcellona, poi il Real Madrid, e a ruota Bayern Monaco e tutte le altre. “Il fallimento è vicino” spiega. Ovviamente in maniera assai ironica.