Juventus, i bookmakers chiudono le scommesse: ora cambia tutto

0
293

Juventus, i bookmakers chiudono le scommesse su Champions League e scudetto. Ora può cambiare davvero tutto.

Calciomercato Juventus
Juventus @Getty

Juventus, i bookmakers hanno chiuso le scommesse sia sullo scudetto che sulla Champions League. Il mondo del calcio di come lo conosciamo rischia di cambiare totalmente. La nascita della Superlega è il trend topic di questi giorni, i diversi club ai vertici europei sono unanimamente d’accordo e lancerebbero il torneo già in agosto. Un terremoto per i centri scommesse che adesso non sono più sicuri su quello che succederà nel futuro di questi club. Come sappiamo la Uefa minaccia di escludere le squadre adrenti alla Superliga dalla Champions League e rispettivi campionati, come ad esempio la Serie A, di escludere Milan, Inter e Juventus dal proprio torneo. Insomma potrebbe avversarsi, davvero, qualcosa di impensabile.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Juventus, due “bianconeri” in corsa per la panchina

Juventus, i bookmakers chiudono le scommesse: ora cambia tutto

champions League @Getty

Un autentico terremoto che destabilizza tutto il sistema calcistico mondiale mandando i bookmakers in un panico tale da dover chiudere i battenti. Stando infatti al sondaggio riportato da ‘Calciomercato.com’, “I bookmakers hanno deciso di chiudere le scommesse sulla vincente dello scudetto e sulle possibili qualificate alla prossima Champions League nei 3 principali campionati del Vecchio Continente come Serie A, Premier League e Liga”.  

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Juventus, due “bianconeri” in corsa per la panchina

La Uefa infatti non intende cedere e dove l’ufficialità della creazione della Superlega da parte dei club coinvolti, ha espresso, come dicevamo poc’anzi, la volontà di espellere immediatamente le squadre partecipanti dalla propria competizione, così come gli stessi giocatori partecipanti. Un futuro certamente inusuale e impensabile ma realtà concreta di questi tempi. Ma ieri sera Florentino Perez, presidente del Real Madrid ha autentificato la volontà di partire subito con la Superliga, necessità strettamente economica capace, a detta dello stesso patron blancos, di “Salvare il calcio” e non solo i club più ricchi.