Juventus, senti l’ex dirigente: “Come costruire un nuovo ciclo”

0
231

L’ex dirigente è convinto, si può costruire un nuovo ciclo. Dopo la bruciante sconfitta contro il Milan diventa la priorità.

Calciomercato Juventus
Juventus, CR7 (Getty)

Juventus, non tutto è perduto. Ne ha parlato anche l’ex dirigente bianconero Luciano Moggi che proprio dopo la bruciante sconfitta e il mancato match point della qualificazione Champions, ha preso le difese del presidente Andrea Agnelli, sostenendo che non è ancora tutto perduto, anzi, queste sconfitte sono monito per dover ricostruire e aprire un nuovo ciclo. Molto spesso Luciano Moggi commenta gli avvenimenti della sua ex squadra ed è intervenuto anche questa volta sul proprio editoriale su Libero parlando del momento no della società bianconera, ecco cosa ha detto a tal proposito:

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Juventus, senza Champions si offre ai big club: addio certo

Juventus, senti l’ex dirigente: “Come costruire un nuovo ciclo”

Juventus
Luciano Moggi, ex direttore generale della Juventus (Getty)

Moggi è intervenuto nel proprio editoriale su Libero parlando dell’attuale situazione societaria e dell’imminente presente, col rischio di non qualificarsi alla Champions League la prossima stagione. Ecco quello che ha scritto Luciano Moggi, ex direttore dei bianconeri: “Il percorso di Andrea Agnelli non deve essere interrotto, anche perché sono già stati acquistati i migliori giovani da cui ripartirie: Chiesa, De Ligt, Kulusevski e Rovella”. Moggi è convinto che questi giocatori siano la chiave per una rifondazione ad alti livelli.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Juventus, senza Champions cambia tutto: chi può partire

Poi Moggi aggiunge, che, comunque alcuni interventi sul mercato saranno essenziali. In particolare, secondo l’ex direttore generale, basterebbe rinforzare il settore più problematico, il centrocampo e aggiungere l’acquisto di un difensore. E sempre parlando di allenatori, Moggi è convinto, impopolarmente, che un nuovo ciclo si può aprire indipendentemente dalla riconferma di Pirlo o dal ritorno di Massimiliano Allegri.

Moggi non è mai banale sulle opinioni riguardanti la sua ex squadra e potrebbe ancora una volta avere ragione, visto che i giocatori citati sono considerati fra i migliori nel loro ruolo.