Calciomercato Juventus, Koeman blocca…Locatelli | Cambia la strategia

0
246

Calciomercato Juventus, Koeman fa cambiare i piani bianconeri. Locatelli in stand-by. Si punta ad un altro tipo di centrocampista 

Calciomercato Juventus
Koeman (getty)

Il futuro di Ronald Koeman, da ieri, è ufficiale: come detto sarà ancora l’allenatore del Barcellona anche per la prossima stagione. E, come ribadito anche questo, è una notizia che tocca da vicino la Juventus: c’erano in ballo delle trattative non solo per Depay (che adesso torna ad essere vicinissimo alla Spagna) ma anche per Griezmann o Dembele. Uno dei due lascerà il blaugrana.

Ma la riconferma del tecnico olandese, apre clamorosamente la strada al ritorno di Pjanic, che avrebbe già chiesto al club di essere ceduto. I bianconeri però, questa operazione, la vorrebbero fare solamente in prestito. E il Barcellona, in ogni caso, ci starebbe pensando. Non si vuole tenere un calciatore contro voglia. Sarebbe deleterio per tutti.

LEGGI ANCHE: Juventus, conferenza Agnelli e Paratici: “11 anni fantastici”

Calciomercato Juventus, il ritorno di Pjanic cambia le strategie

Milinkovic Savic / Getty Images

Ecco perché, un possibile ritorno di Mire, che farebbe carte false per poter riabbracciare Allegri, potrebbe far cambiare le strategie della Vecchia Signora. Servirebbe ancora un elemento come Locatelli da pagare profumatamente al Sassuolo? In prospettiva futura sicuramente sì, ma non nell’immediato, visto che occuperebbe la stessa zona di cambio di Pjanic e senza dimenticare che, lì in mezzo, ci sarebbe anche Arthur da tenere in considerazione.

E allora, quel tesoretto che era stato messo da parte per andare a prendere il centrale del Sassuolo, potrebbe essere impiegato per puntare ad un centrocampista che aggiunge dinamismo e potenza fisica. MilinkovicSavic e Pogba, ad esempio. Certo, non sarebbe facile arrivarci. Ma se il serbo potrebbe decidere di lasciare la Lazio (ma è difficile comunque trattare con Lotito), ci potrebbero essere delle speranze per il francese, visti gli ottimi rapporti (adesso anche con il rinnovo di Bonansea) che ci sono con Mino Raiola. Strategie cambiate. In meglio ovviamente.