Udinese-Juventus, allarme rientrato: sarà in campo dal primo minuto

0
206

Udinese-Juventus, allarme rientrato dopo la preoccupazione degli ultimi giorni. Sarà in campo dal primo minuto al debutto

Udinese-Juventus
Massimiliano Allegri ©Getty Images

Massimiliano Allegri e i tifosi della Juventus possono tirare un sospiro di sollievo. L’allarme è rientrato e sarà in campo dal primo minuto a Udine, nella partita che bagnerà il debutto ufficiale della nuova stagione e che sarà quella dell’Allegri bis. Il tecnico livornese potrà contare su Cristiano Ronaldo, che non c’era nell’ultimo test in famiglia. Ma è stata solamente una scelta dettata dalla necessità, soprattutto, di vedere gli altri all’opera a pochi giorni dalla stagione. La sfida di domani, contro la formazione di Gotti, non sarà semplice soprattutto dal punto di vista tattico. E allora è indubbio che uno come CR7, in grado di risolvere con una giocata questo tipo di partite, sia fondamentale per iniziare il campionato con una vittoria.

LEGGI ANCHE: Juventus, obiettivo scudetto: cosa dicono i bookmaker

Udinese-Juventus, Ronaldo in campo dal primo minuto

Calciomercato Juventus
Ronaldo ©Getty Images

Come riporta la Gazzetta dello Sport nelle esercitazioni tattiche della vigilia il campione portoghese è stato schierato in campo con i titolari. Il tridente sarà delle meraviglie: con Chiesa largo a destra e Dybala in mezzo a completare un reparto che può anche contare su Morata, che inizialmente comincerà dalla panchina ma che troverà spazio a gara in corso. L’assenza dell’amichevole è stata concordata quindi con lo staff tecnico e medico: meglio continuare ad allenarsi per trovare la migliore condizioni possibile piuttosto che partecipare a un test che, sotto l’aspetto fisico, avrebbe potuto dare poco al portoghese. Allarme rientrato e Ronaldo in campo.

Sempre con la solita voglia: quella di spaccare il Mondo e di trovare subito la via delle rete. Il portoghese vive per questo. Un cannibale dell’area di rigore pronto a trasformare in oro qualsiasi pallone vagante. Oppure costruirsi da solo l’opportunità della rete. In qualunque modo, l’obiettivo è sempre quello. Spaccare la porta avversaria.