Calciomercato Juventus, addio De Ligt | Doppio affare in Serie A

0
1972

Calciomercato Juventus, l’addio di De Ligt potrebbe portare i bianconeri a virare su due obiettivi in Serie A. Ecco quali.

De Ligt @Getty Images

Sebbene la prestazione di ieri contro il Malmoe fornita da De Ligt sia apparsa piuttosto confortante, sia sotto il profilo della concentrazione, sia da un punto di vista fisico, in casa bianconera si ha la sensazione che il centrale olandese ex Ajax non sia ancora riuscito ad esprimere al meglio tutte le sue potenzialità. Il portentoso difensore che inchiodò di testa all’Allianz Stadium il pallone che estromise la Juventus dall’ultima edizione della Champions League dell’era Allegri, a Torino raramente si è visto, e c’è chi ipotizza che, a fronte di un’offerta importante, da almeno 80 milioni di euro, il centrale non possa fare le valigie.

Leggi anche –> Calciomercato Juventus, accordo sempre più vicino | Fissato l’incontro

Negli ultimi giorni, stando alle ultime indiscrezioni, alcuni club di Premier League avrebbero effettuato dei sondaggi, per conoscere la situazione del difensore, legato da un contratto con la Juventus fino al 2024 da circa 9 milioni di euro a stagione. Nel caso in cui si dovessero creare effettivamente le premesse per un addio, ecco i profili sui quali Cherubini potrebbe decidere di investire.

Leggi anche –> Calciomercato Juventus, nuovo affare con l’Ajax | Servono 30 milioni

Calciomercato Juventus, Mancini e Romagnoli il dopo De Ligt? Le ultime

Romagnoli, Calciomercato Juventus (Getty)

Secondo quanto ipotizzato da calciomercatonews.com, a quel punto la Juve potrebbe entrare nell’ordine di idee di effettuare un doppio colpo in Serie A: lo scenario più economico sarebbe quello legato ad Alessio Romagnoli, il cui contratto con il Milan scade il prossimo anno, e al momento, non sembrano esserci le condizioni per rinnovarlo. Ragionamento diverso si potrebbe fare per Gianluca Mancini, che piace tanto a “Madama”, ma che la Roma giudica incedibile; tutto, però, potrebbe essere messo in discussione, se i bianconeri decidessero di mettere sul piatto l’intero ricavato della cessione dell’assistito di Mino Raiola.