Calciomercato Juventus, erede Szczesny | Annuncio in diretta

0
251

Calciomercato Juventus, erede Szczesny. Arriva l’annuncio in diretta. “Ecco su chi puntare per i prossimi anni”. Il consiglio dell'”esperto”

Szczesny @Getty

La situazione che tiene banco in casa Juventus è quella relativa a Szczesny. Sì, il portiere polacco non è stato esente da colpe in questo inizio di stagione. E allora è entrato nell’occhio del ciclone, soprattutto pensando che la società bianconera, l’estate che sta volgendo al termine, poteva decisamente puntare su Donnarruma. E non l’ha fatto, tenendo così in rosa il polacco. Adesso, però, la situazione è diventata critica. Il consiglio arriva dall’ex Michelangelo Rampulla, intervistato dalla Tv di calciomercato.it. 

“Probabilmente le voci di mercato, legate a Donnarumma hanno creato un po’ di imbarazzo a Szczesny a livello mentale. Quello che mi auguro è che possa tornare a essere quello che abbiamo ammirato in passato – ha spiegato Rampulla – anche perché, i momenti difficili, capitano davvero a tutti. Quella di mettere Perin potrebbe essere una soluzione, senza dubbio, ma non è che si cambia il portiere per un errore”.

LEGGI ANCHE: Calciomercato Juventus, caso Dragusin | Cambio casacca all’orizzonte

LEGGI ANCHE: Calciomercato Juventus, il giovane pupillo stupisce | I bianconeri avanzano

Calciomercato Juventus, il consiglio di Rampulla

Audero @getty

Durante l’intervista, Rampulla ha anche dato un consiglio alla sua ex società. “I portieri stranieri vogliono l’ingaggio. E diventa davvero insostenibile riuscire a fare un esborso economico, così come Szczesny, di 7 milioni di euro”.

E allora ecco il nome che spunta: “Io punterei su un italiano, magari su Audero” ha rivelato l’ex portiere bianconero. Un’intuizione di mercato che potrebbe agevolare anche nel futuro la dirigenza della Juventus che, ovviamente, sarà alla ricerca di un estremo difensore che possa garantire una continuità tra i pali. Ma rimane sempre l’amaro in bocca, per quello che poteva essere con Donnarumma e che non è stato”.