Marchisio, rimpianto Donnarumma: «E a Dybala dico che…»

0
37

Claudio Marchisio torna a parlare di Juventus e di razzismo: «Combattiamolo nelle scuole. I bambini non sanno che cosa sia, partiamo da lì».

L'ex centrocampista della Juve, Claudio MarchisioA Claudio Marchisio brillano gli occhi quando parla di Juventus. Lo fa sempre volentieri, tirando fuori tutto il suo essere gobbo e amante della Vecchia Signora. E’ stato uno dei migliori prodotti di sempre del settore giovanile. «Con chi avrei voluto giocare Juventus Roma? Alcuni romanisti mi piacciono, ma scelgo Federico Chiesa – dice alla Gazzetta dello Sport -. Tutti guardano i suoi coast to coast ma a me colpiscono anche i movimenti senza palla. Si muove molto, fa tanti tagli come piaceva a me: mi sarebbe piaciuto mandarlo in porta».

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Napoli, colpo dalla Juventus | “Lo vuole Spalletti”

Marchisio e i messaggi a Gigio e Dybala

Donnarumma @Getty images

«Difficile scegliere come schierare l’attacc, prima vorrei capire come sta Dybala – aggiunge marchisio-. Una sola cosa mi sembra chiara: la Juve in questa stagione ha fatto i risultati migliori quando ha dovuto lottare contro le assenze. Mi sembra più pronta all’emergenza della Roma». Poi affronta la questione del rinnovo. «Senza parlare di soldi, dico che da tifoso sarei contento se rinnovasse. Pochi calciatori hanno la sua qualità, anche se Paulo deve fare di più, ha annate stratosferiche e anni in cui ha reso molto meno. Deve essere più continuo… e questo lo sa anche lui». poi uno grande rimpianto chiamato Donnarumma. «Gigio è un campione e avrebbe contribuito a creare un nucleo di italiani, per la Juve sempre fondamentale. Donnarumma, Locatelli, Chiesa, Bernardeschi: sarebbe stato un ultimo tocco per il cambio generazionale ormai vicino. Esso si concretizzerà quando Chiellini e Bonucci smetteranno».