Calciomercato, la Juventus pesca in Sudamerica | Super blitz per il bomber

0
27

Calciomercato Juventus, la caccia al bomber non si ferma: i fari della dirigenza bianconera sono puntati anche in Sudamerica: ecco il blitz.

La sterilità offensiva palesata dalla Juventus in campionato ha fatto drizzare le antenne a Cherubini, che non a caso già da tempo ha cominciato a tastare il terreno, alla ricerca di innesti in attacco in grado di fornire un contributo importante di goals.

Alvarez @Lapresse

L’obiettivo principale, ma anche uno tra i più difficili, resta sempre Dusan Vlahovic, di cui però la Fiorentina non è disposta a privarsi per una cifra inferiore ai 70 milioni di euro. Cifra considerevole, raggiungibile dalla Juve solo nel caso in cui si sbloccasse il rebus esuberi. Ecco perché, si sta cercando parallelamente di portare avanti i dialoghi anche per altri attaccanti: secondo quanto riferito sia da Tuttosport, che da “Il Corriere dello Sport“, anche i bianconeri si sarebbero inseriti nella corsa per il giovane talento Julian Alvarez, bomber del River Plate, legato ai Millonarios da un contratto in scadenza nel 2022.

Leggi anche –> Calciomercato Juventus, Ramsey epurato | Sostituto in Serie A

Calciomercato Juventus, emissari al lavoro per Alvarez: fissato il contatto

Alvarez @Lapresse

L’attaccante fa gola, restando ai club italiani, al Milan e alla Fiorentina, che da tempo erano sulle sue tracce. Se a ciò si aggiunge la concorrenza “estera”, rappresentata da Atletico Madrid e Bayer Leverkusen, si spiega il motivo per il quale, come riferito da TNT, la Juve voglia accelerare i tempi, per provare a beffare la concorrenza in tempi relativamente brevi. Alvarez è legato al River da una clausola rescissoria da 20 milioni di euro, che il club argentino proverà ad alzare, contestualmente ad un prolungamento di contratto che fino ad ora non è arrivato.

Leggi anche –> Calciomercato Juventus, Pogba non è più un sogno | Pronto un triennale

Il 24 novembre si giocherà River-Racing: ad assistere al match ci dovrebbero essere anche emissari juventini, la cui presenza chiaramente rappresenta una prova provata dell’interessamento di “Madama”.