Calciomercato Juventus, bomba Kane | Il piano di Conte

0
289

Calciomercato Juventus, effetto domino: c’è di mezzo Antonio Conte che si potrebbe lanciare a capofitto sull’obiettivo bianconero

C’è di mezzo Antonio Conte. E potrebbe essere realmente un problema. Il tecnico salentino, da poco sulla panchina del Tottenham, potrebbe scatenare un effetto domino. Mettendo realmente a rischio la possibilità che la Juventus arrivi a uno degli obiettivi dichiarati.

CALCIOMERCATO JUVENTUS
Paratici @getty images

Sì, perché dall’Inghilterra arrivano notizie importanti per quanto riguarda gli attaccanti: con il Manchester City, secondo Espn, che potrebbe decidere di “attaccare” Paratici già nel prossimo mese di gennaio, cercando di prendere Kane. Ci è stata vicina, la squadra di Guardiola, all’attaccante inglese. Ma poi il centravanti aveva deciso di rimanere ancora un altro anno agli Spurs. Una situazione, però, che potrebbe cambiare velocemente vista la classifica della squadra londinese. Conte, senza dubbio, si metterebbe di traverso a una possibile cessione del genere. Ma qualora il Tottenham dovesse cedere alle lusinghe economiche del City, è pronta l’alternativa.

LEGGI ANCHE: Calciomercato Juventus, ora è diventato un incedibile per Allegri

LEGGI ANCHE: Juventus, come sta Dybala: le ultime dall’Argentina

Calciomercato Juventus, Paratici su Vlahovic

De Ligt ©️LaPresse

Per andare a coprire il buco lasciato da Kane, non c’è dubbio che Fabio Paratici potrebbe andare veloce veloce sull’attaccante della Fiorentina, e obiettivo numero 1 dei bianconeri, Dusan Vlahovic. Un investimento sicuramente importante, ma i soldi ci sarebbero, eccome, soprattutto se andasse in porto l’operazione in uscita che riguarda Kane. E, in questo caso, ci sarebbero realmente poche possibilità che la Juventus riesca a mettersi in mezzo alla trattativa. I milioni che Paratici potrebbe far vedere a Commisso sono tanti. E Cherubini non ce li ha.

Una situazione comunque che è in continuo aggiornamento. Anche perché, c’è da dirlo, siamo certi che Conte non avrebbe mai firmato per il Tottenham se avesse avuto il sentore di una possibile cessione di questo calibro.