Caos Juventus, annuncio da brividi di Repubblica: “Una nuova Calciopoli”

0
881

Juventus, il titolo di “Repubblica” mette i brividi: l’inchiesta penale è terminata e avrà delle ripercussioni sulla giustizia sportiva.

La bomba è ormai deflagrata, e “rischia” di mietere “vittime” con il passare delle ore. Da quando la procura di Torino ha reso nota l’inchiesta partita per far luce sulle incongruenze nei bilanci della Juventus nelle stagioni 2019-21, l’attenzione mediatica chiaramente si sta concentrando su quali potrebbero essere le conseguenze nel breve periodo per il club bianconero.

Agnelli ©LaPresse

Nella giornata di ieri è stato ascoltato Cherubini, che ha avuto un colloquio fiume con i pm, durato 10 ore; quest’oggi è toccato a Maurizio Arrivabene, responsabile dell’area tecnica ma ritenuta “persona informata dai fatti”. Stando a quanto riferito da “Repubblica“, l’inchiesta penale sarebbe praticamente finita, e avrà delle ripercussioni anche sulla giustizia sportiva, ma solo nel momento in cui non saranno più coperti dal segreto istruttorio.

Leggi anche –> Terremoto Juventus, “Agnelli ai saluti: ritorna Marotta”

Juventus, caso plusvalenze: “Una nuova Calciopoli”

Agnelli ©LaPresse

I capi di accusa, sono noti ai più. “Plusvalenze fittizie” per un ammontare di 282 milioni di euro, frutto di acquisti scriteriati ed ingaggio monstre, che avrebbero irreversibilmente “ingolfato” la macchina, al punto che gli inquirenti starebbero setacciando anche una “carta” legata a Cristiano Ronaldo, che però al momento non si trova. Sempre “Repubblica” parla della possibilità dell’inizio di una nuova Calciopoli: tutto da vedere, ovviamente. Per le sentenze ci sarà tempo, ammesso e non concesso che vengano accertati fatti illeciti.