Calciomercato Juventus, esonero Allegri | Trezeguet ha scelto il sostituto

0
75

Juventus, il centravanti transalpino ha detto la sua a proposito del difficile momento che sta attraversando la sua ex squadra. 

David Trezeguet occupa un posto speciale nel cuore dei tifosi della Juventus. Del resto, è difficile non apprezzare un giocatore che ha segnato gol a frotte durante la sua esperienza decennale a Torino. Legato ai colori bianconeri al punto tale da seguire la Vecchia Signora anche nell’anno della Serie B. Oggi l’ex attaccante transalpino è uno dei candidati alla vicepresidenza del River Plate, altra squadra in cui Trezeguet ha militato nella sua lunga e vincente carriera. Lui che in Argentina ha vissuto fino alla maggiore età e dove è praticamente cresciuto, visto che entrambi i genitori provengono da Buenos Aires.

David Trezeguet ©️Getty Images

Nel suo futuro c’è un ruolo importante da dirigente ma la Juventus è sempre nei suoi pensieri. Come riporta Tyc Sports, nel corso della trasmissione argentina Presion Alta ha detto la sua a proposito del non facile momento che stanno attraversando Dybala e compagni.

Leggi anche: Calciomercato Juventus, rinforzo clamoroso dalla Premier: pagato 80 milioni

Juventus, Trezeguet consiglia Gallardo ai bianconeri

Marcelo Gallardo ©️Getty Images

Si è discusso anche di un possibile esonero di Massimiliano Allegri, al posto del quale Trezeguet vedrebbe bene l’attuale tecnico del River Plate, Marcelo Gallardo. Che, a suo parere, avrebbe tutte le carte in regola per tentare l’avventura europea dopo aver vinto praticamente tutto al timone dei Millionarios, tra cui due Copa Libertadores. Poca esperienza? Non secondo l’ex centravanti bianconero, che ha portato come esempio quello di Zinedine Zidane, suo compagnia sia nella Francia che nella Juventus.

“Quando gli è stato proposto di allenare la prima squadra del Real Madrid aveva la personalità manageriale per dimostrare che era un allenatore capace e lo ha fatto – ha detto Trezeguet – Allo stesso modo Marcelo non avrebbe avuto problemi a dirigere una squadra e un club di questa portata”.