Calciomercato Juventus, incubo Marotta | Il sorpasso dell’Inter

0
206

Calciomercato Juventus: l’ex ad, artefice del grande ciclo dei bianconeri, adesso è lo spauracchio della Vecchia Signora. Inter scatenata, Agnelli gelato.

Marotta ©Lapresse

Sedotto, abbandonato, sacrificato sull’altare di Paratici. Beppe Marotta sta facendo pagare caro e amaro il passo falso della proprietà alla Juventus. Ha spezzato il ciclo che egli stesso aveva creato, adesso sta riducendo a zero il margine di manovra sul mercato. Esattamente come faceva quando era al timone della Vecchia Signora con gli altri club. Notizia del giorno è che Scamacca finirà all’Inter a fronte di un grande rilancio del club di Zhang. L’Inter sa come toccare le corde giuste per convincere il Sassuolo. Per due motivi: la tempistica dell’affare, giugno e non gennaio. E la valutazione del cartellino, superiore a quella che fa la Juventus, pari a quella che oggi indica il club emiliano, ovvero tra i 40 e i 45 milioni di euro. Il tutto con quel retrogusto tipico del mercato, che altro non è che un gioco di posizione. E a volte si vince anche solo mettendo in difficoltà il potenziale rivale, non necessariamente trionfando sul traguardo.

LEGGI ANCHE >>> Calciomercato Juventus, attaccante cercasi | No secco per il prestito

Calciomercato Juventus: c’è l’Inter nel destino di Scamacca

Il bomber neroverdi ©Lapresse

La Gazzetta dello Sport scrive che la Juve si è già fatta viva con il Sassuolo, presto entrerà in scena con un’offerta da 35 milioni di euro. Proverà a replicare la tipologia di affare messo in piedi per Locatelli, ovvero un pagamento dilazionato. E aggiungendo come contropartita almeno un giocatore della sua Under 23, così da abbassare il più possibile la quota di cash. Dall’altra parte c’è però una squadra che non ha necessità immediata di vendere e che ha tutto l’interesse a scatenare un’asta per il suo attaccante. E qui arriviamo all’Inter. Che Scamacca piaccia ai nerazzurri non è un mistero: è stato uno dei nomi in ballo anche la scorsa estate, il profilo è gradito a tutti, allenatore compreso. La contromossa nasce proprio da una tempistica che coincide, quella della prossima estate.