Calciomercato Juventus, apertura totale per Icardi | Arriva il primo sì

0
141

Calciomercato Juventus, svolta per Icardi: arriva la prima apertura degna di nota. L’argentino è in cima alla lista dei desideri di Allegri.

Nello “Zarathustra”, Nietzsche prova ad esemplificare quella che è la teoria dell’eterno ritorno, una visione della realtà che ben si adatterebbe a spiegare il rinomato interesse della Juventus nei confronti di Mauro Icardi.

Mauro Icardi ©️LaPresse

L’argentino è considerato da Max Allegri quel rinforzo ideale con il quale poter sopperire all’assenza di una macchina da 30 reti come Cristiano Ronaldo. Maurito è stato più volte sedotto dalla “Vecchia Signora”, anche quando militava tra le fila dell’Inter, anche se i vari assalti che si sono susseguiti nel corso degli anni, non hanno mai portato a nulla di concreto. Ora però, con il bomber legato al Psg da un contratto in scadenza nel 2024 ed utilizzato con il contagocce da Mauricio Pochettino, la situazione sembra essere propizia.

Leggi anche –> Calciomercato Juventus, decisione presa: “Lo ha già comunicato”

Cherubini ha già fatto recapitare a Leonardo la proposta per Icardi: prestito con diritto di riscatto. Il Psg al momento nicchia: vorrebbe che quello del marito di Wanda Nara verso Torino fosse un viaggio di sola andata, e preferirebbe cederlo a titolo definitivo; al massimo aprirebbe ad un prestito con obbligo di riscatto, a fronte di una valutazione complessiva da circa 35 milioni di euro. Si lavora.

Calciomercato Juventus, svolta Icardi: l’argentino ha detto sì

calciomercato juventus
Mauro Icardi @LaPresse

Intanto, Icardi avrebbe già aperto la porta alla Juventus. Come riferito da Daniele Longo, infatti, l’ex capitano dell’Inter sarebbe entrato nell’ordine di idee di accettare la proposta bianconera, per rimettersi in gioco, e per provare a non perdere il treno dei “Mondiali” che gli sta inesorabilmente scivolando di mano. Icardi sarebbe la pedina perfetta per lo scacchiere tattico di Allegri, a maggior ragione se, come sembra, si dovessero creare i presupposti per un addio di Alvaro Morata, destinazione Barcellona. Il Psg, però, è un osso duro, ma la sensazione è che il primo spiraglio aperto, possa rivelarsi decisivo.