Calciomercato Juventus, lo prende Conte: lo scambio che sblocca tutto

0
236

Calciomercato Juventus, l’ultima idea di scambio porta dritti ad un super affare con Conte: ecco le pedine sul piatto.

Sono ore frenetiche in casa Juventus, non solo per la vicenda Morata che sta tenendo banco, con lo spagnolo che avrebbe già accettato l’offerta del Barcellona per trasferirsi immediatamente in Catalogna.

Antonio Conte ©️LaPresse

Cherubini è al lavoro anche per trovare una sistemazione ai quei calciatori dai quali può ricavare un discreto tesoretto. Tra questi, impossibile non menzionare Dejan Kulusevski, che ha diversi estimatori soprattutto in Premier. Dopo i timidi sondaggi, non approfonditi, da parte dell’Arsenal, il Tottenham sembra aver rotto gli indugi, con lo svedese che sarebbe una richiesta esplicita di Conte per rinforzare la propria batteria di esterni.

Leggi anche –> Calciomercato Juventus, clamoroso ritorno | Svolta inattesa

Fu proprio Paratici, oggi agli “Spurs”, a bruciare la concorrenza il 2 gennaio e portarlo all’ombra della Mole, staccando un assegno al Parma da 35 milioni di euro più 10 di bonus. Ora l’ex chief official della Juve sta meditando nuovamente il colpaccio, anche perché “Kulu”, nel 3-4-2-1 con il quale Conte ha plasmato il Tottenham nelle ultime uscite, potrebbe fungere da naturale sostituto di Son e Lucas Moura.

Calciomercato Juventus, addio Kulusevski? Doppia idea di scambio

Tanguy Ndombele ©️LaPresse

La Juventus lo valuta circa 30 milioni di euro e non lo considera incedibile, anche perché con quei soldi potrebbe assicurare quel bomber tanto invocato da Allegri. Dal canto suo il Tottenham, stando a quanto riferito da “La Gazzetta dello Sport“, spera di riuscire a strappare un prezzo inferiore, magari inserendo nella trattativa uno tra Giovanni Lo Celso e Tanguy Ndombele. Se il primo ha giocato poco con Conte dal momento che deve ancora smaltire al 100% i postumi di un infortunio, il franco-congolese è stato di fatto messo alla porta dal tecnico leccese, anche se bisognerebbe capire se l’ex Lione sia disposto ad abbassare le sue richieste economiche, in quanto attualmente percepisce poco più di 11 milioni di euro annui.