“C’è anche la Juventus per lo scudetto” | Da Napoli tremano: è già polemica

0
112

“C’è anche la Juventus per lo scudetto”, c’è chi teme che i bianconeri possano tornare in corsa dopo i continui passi falsi di Milan, Inter e Napoli.

Dopo gli ennesimi passi falsi di Milan e Inter negli anticipi con Udinese Genoa, ai tifosi della Juventus sono brillati gli occhi buttando un’occhiata alla classifica. Inutile negarlo. Perché la sensazione è che le tre che stanno lì davanti di vincere lo scudetto non ne abbiano proprio alcuna intenzione. Non che i bianconeri stiano facendo meglio, per carità.

Ma in caso di vittoria oggi ad Empoli la Vecchia Signora metterebbe pressione alle tre squadre che in questo momento stanno lottando per il tricolore. Questo non significa che gli uomini di Massimiliano Allegri si riscriverebbero automaticamente alla corsa, ma alla luce degli ultimi risultati di nerazzurri, rossoneri e partenopei un “pensierino” lo si potrebbe tornare a fare. Tempo fa lo aveva detto con chiarezza anche lo stesso tecnico livornese: “Possiamo tornare a giocarci lo scudetto solamente se Inter, Milan e Napoli mettono in atto una sorta di suicidio sportivo”. Che è proprio quello che sta accadendo.

“C’è anche la Juventus per lo scudetto”, Iannicelli non esclude i bianconeri dalla corsa

Calciomercato Juventus
Luciano Spalletti ©️LaPresse

La Juventus ad ogni modo suscita sempre un certo timore nei confronti delle sue rivali. Finora è stato un discorso a tre, d’ora in avanti potrebbe diventare a quattro. Oppure a cinque, visto che c’è chi considera anche l’Atalanta tra le possibile candidate. Intervenuto all’interno della trasmissione Marte Sport Show di Radio Marte, il giornalista napoletano Peppe Iannicelli ha tirato in ballo anche la Dea di Gasperini parlando di tricolore.

“Il Napoli – ha spiegato – come anche Milan ed Inter, sembrano voler dire “ciao ciao” allo scudetto. Pareggiano o perdono partite dovrebbero invece vincere, se volessero davvero arrivare fino in fondo. Nella corsa scudetto, lasciatemelo dire, io considero ancora Juventus e Atalanta, oltre ai partenopei e alle milanesi”.