Pagelle Juventus-Salernitana 2-0 e voti: Dybala e Vlahovic incantano

0
130

Juventus-Salernitana, pagelle e voti: l’analisi della prestazione fornita da bianconeri contro i granata.

Contro la Salernitana, la Juventus di Max Allegri aveva un solo risultato a propria disposizione: la vittoria. E alla fine, la “Signora in Giallo” archivia la pratica Salernitana già nella prima frazione di gioco, grazie alle reti di Dybala e Vlahovic.

Dusan Vlahovic ©️LaPresse

PAGELLE JUVENTUS

Szczesny 6 Ordinaria amministrazione per il portiere polacco, non chiamato ad alcun tipo di intervento provvidenziale.

De Sciglio 6,5 Suo il cross sul quale si avventa Vlahovic che incoccia di testa il momentaneo 2-0.

De Ligt 6,5 Ordinato e caparbio, l’olandese si rende protagonista anche di un paio di blitz offensivi

Chiellini 6 Minuti di rodaggio in vista degli impegni più probanti che aspettano “King Kong”

Cuadrado 7 Regista avanzato della Juve: dal colombiano passano tutte – o quasi – le azioni pericolose dei bianconeri.

Danilo 6,5 Impiegato da Allegri in un ruolo nel quale Pirlo aveva provato a schierarlo con costanza, il brasiliano si destreggia con la poliedricità e l’intelligenza tattica che gli è propria.

Arthur 6 Sganciato da incombente pratiche da regista, il brasiliano ha la possibilità di sganciarsi e di tastare la metà campo avversaria. Riesce a sfruttare la chance in modo alterno.

Rabiot 6,5 Concentrato, dinamico e finalmente attento a schermare le linee di gioco avversarie.

Pellegrini 6 Ingenuo in occasione del cartellino giallo, pesante, che gli costa l’Inter

Dybala 7: Apre le danze con una firma d’autore: sublime la sterzata con la quale riesce a trovare spazio. L’intesa con Vlahovic funziona, con l’argentino che avrebbe potuto anche raddoppiare, con una conclusione che ha baciato la parte superiore della traversa.

Vlahovic 7 Ritorna al goal dopo un digiuno di 4 partite, e lo fa alla sua maniera: giganteggiando. Lo scontro con Gyomber dura per tutta la partita, ma il serbo fa il bello e il cattivo tempo: superiore.

Morata 6 Entra bene in partita, con la voglia di incidere sin da subito.

Rugani 6 Prestazione senza infamia e senza lode

JUVENTUS (4-4-2) Szczesny, De Sciglio, De Ligt, Chiellini (’46 Rugani), Cuadrado (’91 Miretti), Danilo, Arthur (’70 Bernardeschi), Rabiot, Pellegrini, Dybala (’57 Morata), Vlahovic (’91 Kean).