Calciomercato Juventus, clamoroso Salah: svolta lampo incredibile

0
98

Calciomercato Juventus, il contratto dell’ egiziano scade nel 2023 ma il Liverpool potrebbe cederlo in estate se non raggiunge l’accordo per il rinnovo.

La telenovela Salah è solo all’inizio. E con ogni probabilità è destinata a monopolizzare le due prossime sessioni di mercato, sempre che nel mentre non venga trovato un accordo per il rinnovo del contratto. Che però al momento sembra lontano. Sì, l’egiziano ha contribuito con i suoi gol a scrivere la storia recente dei Reds, è stato il simbolo della loro rinascita insieme all’allenatore Jurgen Klopp. Ma la sua avventura inglese potrebbe essere agli sgoccioli. La trattativa tra il club e l’agente Abbas risulta infatti bloccata da tempo.

Momo Salah ©️LaPresse

Il contratto dell’ex romanista scade nell’estate 2023. E il Liverpool ha già fatto capire che se il giocatore non dovesse rinnovare non ha alcuna intenzione di perderlo a zero. Motivo per cui nelle ultime settimane Salah è stato accostato a diverse squadre, compresa la Juventus. Che con lui potrebbe completare un attacco stellare insieme a Vlahovic e Chiesa. Per adesso, tuttavia, resta solamente un sogno immaginarlo con la maglia bianconera indosso. L’egiziano è anche un obiettivo del Barcellona, desideroso di tornare a fare la voce grossa sul mercato dopo diverse sessioni di totale magra per via dei conti in rosso.

Calciomercato Juventus, il Barcellona sogna il Faraone ma la Liga lo riporta sulla terra

Calciomercato Juventus
Laporta ©️LaPresse

Il pensiero fisso del presidente Joan Laporta resta Erling Braut Haaland, ma gli oltre cento milioni di commissioni richiesti dal suo procuratore Mino Raiola hanno fatto fare un deciso passo indietro all’ambizioso patron blaugrana. L’alternativa al fromboliere norvegese sarebbe proprio Salah eppure c’è un altro problema che frena il Barça. Come spiega il britannico Mirror, basandosi su un’inchiesta di Marca, nessuna di queste operazioni sarà possibile a causa della precaria situazione finanziaria del club ed alla necessità di rispettare i limiti di spesa imposto dalla Liga. Barcellona dunque costretto a presentare un progetto sostenibile prima di trattare giocatori del calibro di Salah e Haaland.