Genoa-Juventus, ammissione di colpa e annuncio su Miretti: le parole di Allegri

0
221

Genoa-Juventus, si è così espresso mister Allegri in seguito alla clamorosa sconfitta contro i liguri.

I bianconeri hanno sciupato in poco meno di sette minuti il vantaggio arrivato con Paulo Dybala e al quale ha fatto seguito la doppia rete dei rossoblù nei minuti finali. A segno dal dischetto Mimmo Criscito, in seguito al fallo di De Sciglio arrivato pochi istanti dopo il clamoroso gol sciupato da Moise Kean.

Juventus
Paulo Dybala ©LaPresse

Serviva una prestazione attenta, finalizzata a raccogliere ulteriori punti e, soprattutto, la giusta fiducia in vista del delicato impegno di mercoledì prossimo in coppa Italia contro l’Inter.

La qualificazione in Champions è ormai certa ma Vlahovic e colleghi dovevano affrontare queste ultime gare con l’obiettivo di piazzarsi davanti al Napoli, per quanto il grande “goal” resti, appunto, quello della vittoria del trofeo nazionale.

Genoa-Juventus, le parole di Allegri dopo la partita

Juventus
Paulo Dybala ©LaPresse

Sulla partita si è da poco espresso mister Allegri che ha così commentato il clamoroso passo falso. “Dybala ha giocato bene stasera, anche perché ha grande qualità ma dispiace molto per stasera. Abbiamo avuto tante occasioni ma se non segni il calcio ti punisce così. Dybala è cresciuto molto nel secondo tempo visto che nelle ultime uscite non aveva dimostrato il suo livello”.

“Anche oggi c’è stato un momento in cui il Genoa era in difficoltà eppure non siamo mai stati in grado di andare in controllo ma è anche una questione di caratteristiche. Avevamo giocatori da contropiede ma non siamo stati bravi a chiuderle. Devi essere sempre bravo a saper gestire e sfruttare con serenità i momenti”.

“Kean sta vivendo un buon momento da un punto di vista fisico e sull’esterno riesce a far bene mentre va più in difficoltà quando chiamato a giocare spalle alla porta. Sta crescendo e sono contento di quello che sta facendo”.

Sulla gestione di Miretti: “Non so se giocherà mercoledì ma oggi si è espresso a buoni livelli, dimostrando cose importanti. Spero possa avere in futuro sempre più possibilità di giocare ma ha una tranquillità importante. Su Vlahovic, invece, dico che ha lavorato bene ma va cercato di più. Glielo ripeto sempre, deve stare sereno. Ci sono sempre dei momenti in cui non si segna ma non deve abbattersi perché la cosa più importante è che si sacrifichi e ci dia una mano, come ha sempre fatto”.

“Mi è dispiaciuto perdere anche perché la vittoria ci avrebbe permesso di essere terzi per una notte”.