Calciomercato Juventus, ultimatum decisivo: 40 milioni | Allegri a mani vuote

0
20

Calciomercato Juventus, ultimatum decisivo: 40 milioni per il cartellino e 6 milioni all’anno per il giocatore. Adesso si aspetta solamente il sì

Un altro elemento che Allegri voleva alla Juventus per il prossimo anno, per rinforzare la propria rosa e sicuramente alzare il livello qualitativo della stessa, potrebbe presto finire in Premier League, vista l’offerta che secondo El Nacional, l’Arsenal avrebbe messo sul piatto.

Calciomercato Juventus
Massimiliano Allegri ©LaPresse

Una cifra decisamente importante, soprattutto per via di un contratto in scadenza nel prossimo anno che lo potrebbe liberare tra poco più di 12 mesi a parametro zero. Ma questo a quanto pare non avrebbe messo il freno alla voglia dei Gunnersi di portarlo a Londra la prossima annata. Il nome è quello di Asensio, ormai ai margini del piano tecnico di Ancelotti, che il Real Madrid non ha ancora deciso se cedere o meno. Ma questa novità importante sotto l’aspetto economico potrebbe far scattare il sì di Florentino Perez.

Calciomercato Juventus, l’Arsenal su Asensio

Calciomercato Juventus
Marco Asensio ©LaPresse

Dopo il rinnovo fino al 2025 ufficializzato in questa settimana, Arteta si è messo subito in moto per cercare di raggiungere gli obiettivi sul mercato per la prossima stagione, quella che dovrà vedere i Gunners cercare di tornare a lottare per qualcosa d’importante. E Asensio è un elemento che lì davanti, viste le indiscutibili qualità tecniche, potrebbe fare la differenza. Inoltre, a quanto pare, anche per il giocatore sarebbe pronto un ricco contratto di 6 milioni di euro a stagione. Il tutto quindi lascia presagire ad un possibile accordo che si potrebbe trovare nello spazio di poco tempo.

Come detto mancherebbe solamente il via libero definitivo da parte del Real Madrid. Che ovviamente in questo momento non pensa a nulla che sia diverso dalla finale di Champions League di Parigi contro il Liverpool. Solamente dopo l’ultimo atto della stagione verranno prese delle decisioni. Ed è anche giusto così.