Calciomercato Juventus, “tempesta” Chelsea: Allegri tramortito

0
37

Calciomercato Juventus, il Chelsea pronto a rientrare in corsa nelle grandi trattative dell’estate: Allegri spiazzato dall’inserimento

Normale che la Juventus guardi con estremo interesse a quelli che potrebbero dei colpi importanti la prossima estate. Soprattutto lì davanti, la Vecchia Signora, ha bisogno di innesti sopra il livello medio, vista la partenza di Dybala e visto che ancora non si conosce quello che potrebbe essere il futuro di Alvaro Morata, in bilico tra il bianconero e la maglia dell’Atletico Madrid. Insomma, grandi manovre decisamente in corso in attesa di capire quali saranno le decisioni anche di Pogba e Di Maria, due che potrebbero diventare bianconeri nelle prossime settimane.

Calciomercato Juventus
Tuchel ©LaPresse

Ma non c’è solamente questo nella testa di Cherubini, che da un certo periodo, e soprattutto dopo la chiusura dell’affare Haaland che se n’è andato al Manchester City, starebbe concretamente valutando l’ipotesi Gabriel Jesus, l’attaccante brasiliano che non rientra più nei piani di Guardiola e che potrebbe proprio fare al caso di Allegri. Certo, la concorrenza è davvero spietata, visto che si è mosso l’Arsenal principalmente, ma anche il Real Madrid e il Tottenham. E, di recente, secondo quanto riportato da Sport.es, anche il Chelsea di Tuchel, in attesa dello sblocco del mercato dopo il passaggio di consegne in proprietà, avrebbe annunciato una proposta formale nelle prossime settimane.

Calciomercato Juventus, inserimento Chelsea per Jesus

Calciomercato Juventus
Gabriel Jesus ©LaPresse

Sì, proprio così: i Blues avrebbero anticipato che appena tutto sarà messo a posto, si potrebbero presentare con un assegno di 50 milioni di euro, che è la cifra che il Manchester City richiede per il cartellino del calciatore. In questo momento in ogni caso la situazione appare definitiva sotto altri aspetti, con altre squadre in vantaggio rispetto a quella allenata dal tedesco, che si possono muovere con anticipo a differenza dei tempi tecnici ai quali sono costretti i Blues. L’interesse, però, è assolutamente da sottolineare.