Calciomercato, Zaniolo-Juventus e la prima svolta | Ha detto no

0
315

Calciomercato, c’è una prima svolta nel possibile affare Zaniolo-Juventus: l’attaccante della Roma ha detto no ad alcune possibili destinazioni

La situazione attorno a Nicolò Zaniolo, attaccante della Roma che non è sicuramente incedibile per il club giallorosso è assolutamente chiara. I giallorossi vogliono almeno 50 milioni di euro per cederlo e al momento non sembrano voler accettare nessuna contropartita tecnica. Il contratto in scadenza nel 2024, sotto questo aspetto, lascia decisamente dormire tranquillo Tiago Pinto, che si può permettere il “lusso” di aspettare alla fine del calciomercato per sedersi davanti ad un tavolo con il giocatore per proporre quel rinnovo di contratto che ancora non c’è stato. Insomma, non è un pensiero prioritario adesso per i giallorossi, che aspettano – secondo quanto riportato dalla Gazzetta dello Sport – un passo ufficiale da parte di Juventus e Milan che ancora non c’è stato.

Calciomercato
Nicolò Zaniolo ©LaPresse

Sì, solamente i bianconeri e la squadra campione d’Italia possono pensare di prendere Zaniolo in questo momento. L’Inter in quel ruolo ha chiuso ormai per Dybala (purtroppo) e non ha quell’immediata disponibilità economica che servirebbe. Anche se questo temporeggiamento da parte di Cherubini potrebbe sicuramente dare un vantaggio a Maldini che aspetta solamente il sì da parte della proprietà per piazzare un’offerta. In ogni caso, da Zaniolo, sempre secondo il quotidiano, sarebbe arrivato un primo no.

Calciomercato, Zaniolo ha detto di no

Calciomercato
Antonio Conte ©LaPresse

Non vuole lasciare la Serie A Zaniolo. Di questa decisione la Gazzetta è convinta. Allontanate quindi le possibile alternative che in questo caso portano il nome di Tottenham e Newcastle. Soprattutto i bianconeri d’Oltremanica, con liquidità incalcolabile e con la voglia di tornare a vincere, avrebbero sondato la situazione, convinti di poter soddisfare le richieste economiche della società giallorossa.

Ma a questo si contrappone quello che è il rifiuto del calciatore, che manifesta anche sui social – i like a Vlahovic e Leao vanno verso questa direzione – la sua volontà di rimanere in Italia.