Calciomercato Juventus, scambio Arthur-Gabriel: la confidenza in diretta è un verdetto

0
119

Calciomercato Juventus, oltre al prestito annuale con obbligo di riscatto prende piede l’ipotesi di uno scambio fra i due brasiliani. 

L’infortunio che terrà fuori Paul Pogba per i prossimi due mesi rischia di rallentare tutto, ma l’asse tra Torino e Londra continua ad essere abbastanza calda.

Calciomercato Juventus
Arthur ©LaPresse

Contatti sempre più frequenti tra la Juventus e l’Arsenal per la cessione di Arthur, il centrocampista brasiliano che a quanto pare non rientrerebbe più nei piani di Massimiliano Allegri e dunque della Vecchia Signora. Le possibilità che l’ex Barcellona, arrivato nel capoluogo piemontese nell’estate 2020 nell’ambito dell’operazione Pjanic, si trasferisca oltremanica sono molto alte. Alla Juve non ha mai trovato la giusta continuità e non ha reso come ci si aspettava. Bianconeri e Gunners stanno ragionando sulla formula che consentirebbe al nazionale verdeoro di approdare nel nord della capitale inglese ma c’è ancora qualche intoppo. Il prestito di un anno con obbligo di riscatto è una soluzione che soddisfa entrambe. Tuttavia, stando alle voci che giungono dall’Inghilterra, l’Arsenal sta faticando a trovare un accordo con l’entourage del giocatore a proposito dell’ingaggio.

Calciomercato Juventus, Di Cesare: “Un’operazione che dovrebbe far riflettere i bianconeri”

Gabriel ©️Ansafoto

Oltre all’ipotesi prestito, bisogna considerare che esiste anche l’eventualità di uno scambio con il difensore Gabriel, profilo che piace molto ai bianconeri e che andrebbe ad alternarsi con Leonardo Bonucci. Ne ha parlato Lucio Di Cesare, intermediario di mercato, a Calciomercato.it in onda su TvPlay. “Mi sembra un’operazione difficile – ha spiegato – Questa domanda però, e batto sempre sul ferro più caldo, mi fa venire in mente come sono nate le due operazioni, ovvero Arthur alla Juventus e Gabriel all’Arsenal. La Juventus prende Arthur dal Barcellona e l’Arsenal prende Gabriel dal Lille che lo aveva preso dall’Avai. Forse il ragionamento è che avrebbe avuto più senso prendere Gabriel dall’Avai, perché si crea un grande differenziale economico. Gabriel lo prende il Lille è vero, ma faccio un esempio, l’Hoffenheim prende Firmino in Brasile senza che avesse fatto un minuto. In questo dobbiamo diventare più bravi, perché ora magari l’operazione la fai ma per un giocatore dal valore quintuplicato. Quindi forse alla base non dovevi puntare su Arthur su cui hai speso tanto nell’affare Pjanic e andare a scovare prima Gabriel”.