Calciomercato, la Juventus e il gioco delle tre carte: “reazione” a Firmino

0
17

Calciomercato Juventus, è arrivata prontamente la risposta per Firmino: la tripla opzione che non viene scartata rimescola le carte.

Nella giornata di ieri, il “Corriere dello Sport” aveva rilanciato l’indiscrezione secondo cui la Juventus avrebbe messo nel mirino l’attaccante del Liverpool Roberto Firmino, per il quale sarebbe pronta un’offerta da 22,5 milioni di euro.

Firmino ©️Ansafoto

In realtà, al di là del “fisiologico” interessamento dei bianconeri per un attaccante di profilo internazionale come l’ex Hoffenheim, una vera e propria trattativa non è ancora partita, per la ferma volontà dei Reds di non privarsi di una colonna portante dello scacchiere tattico di Jurgen Klopp, che però – a seguito dell’acquisto di Nunez – potrebbe riscontrare non poche difficoltà a ricoprire quel ruolo da titolare fino a pochi mesi fa a lui garantito. Ad un anno dalla scadenza, la Juve ha fiutato l’affare, ma almeno per il momento è stata costretta a tirare i remi in barca.

Calciomercato Juventus, si sfoglia la margherita: le soluzioni per l’attacco

Calciomercato Juventus
Memphis Depay ©LaPresse

Ragion per cui, stando a quanto riferito sempre dal Corsport, la Juve continua a tenere aperta la porta Morata, per il quale, però, un’apertura da parte dell’Atletico non si è ancora materializzata. I Colchoneros chiedono almeno 26-27 milioni di euro per lasciar partire il prodotto del vivaio del Real Madrid, e non hanno alcuna intenzione di fare sconti. Tuttavia, negli ultimi giorni sono ritornati d’attualità anche i profili di Timo Werner ed Anthony Martial: il tedesco del Chelsea – accostato alla “Vecchia Signora” nell’ambito dello scambio proposto dai Blues per de Ligt – è apprezzato da Allegri da un punto di vista tecnico, ma divide i piani alti dell’area mercato juventina: c’è chi lo considera un occasione, e chi invece è ancora piuttosto freddo all’idea di puntare su un attaccante che con la maglia dei Blues non è riuscito a ritagliarsi con continuità un ruolo da protagonista.

Werner può partire in prestito oneroso con diritto di riscatto, anche se il problema semmai è rappresentato dall’ingaggio che l’ex Lipsia percepisce attualmente all’ombra dello Stamford Bridge, che si attesta sui 10 milioni di euro netti annui. Da non scartare a priori neanche le piste che portano a Martial e Depay, occasioni low cost che potrebbero ritornare in auge ad agosto inoltrato.