Calciomercato, la Juventus mette la freccia: pronto un altro sorpasso “alla Bremer”

0
872

Calciomercato, i bianconeri si stanno dando da fare per accontentare Massimiliano Allegri: entra nel vivo la trattativa per l’attaccante. 

Manca poco più di una settimana all’inizio del campionato ma la rosa bianconera non può ancora dirsi completa. L’infortunio di uno dei tre nuovi acquisti, Paul Pogba, ha scombussolato i piani della dirigenza e soprattutto quelli di Massimiliano Allegri. L’allenatore ha apprezzato gli sforzi fatti finora dalla società. Ma al tempo stesso sa anche che per attuare una partenza sprint – vuole a tutti i costi evitare che la Juve resti troppo dietro dopo le prime giornate, come lo scorso anno – servono almeno un paio di giocatori, a centrocampo – Pogba resterà fuori fino a metà settembre – e in attacco.

Bremer
Gleison Bremer ©️Ansafoto

La corsia sinistra, a quanto pare, è la priorità della Juventus in questo momento ed è per questo che la Vecchia Signora è tornata prepotentemente su Filip Kostic, esterno 29enne dell’Eintracht Francoforte. L’ala serba, compagno di nazionale di Dusan Vlahovic, era stato già attenzionato nelle scorse settimane. Ma in seguito all’arrivo di Angel Di Maria sembrava fosse acqua passata. Quando si tratta di calciomercato, però, mai dire mai.

Calciomercato, tutto su Kostic: pronti 12 milioni più bonus

Filip Kostic ©️Ansafoto

Come riporta la Gazzetta dello Sport, che stamattina dedica ampio spazio alla trattativa inaspettatamente riaperta con l’Eintracht, i bianconeri nelle prossime ore punteranno tutto su Kostic. Il club di Francoforte si è ormai rassegnato ad una sua cessione: non a caso, prima del “ritorno” della Juventus, il giocatore sembrava destinato al West Ham, in Inghilterra. Da Londra hanno messo sul piatto 15 milioni più bonus, cifra che aveva convinto i tedeschi. Ma ora cambia tutto: Kostic preferisce Torino, non lo nasconde e il fatto che nel capoluogo piemontese ci sia l’amico Vlahovic fa pendere la bilancia a favore della Signora. Che, in ogni caso, dovrà quantomeno pareggiare – o avvicinare – l’offerta del West Ham: gli otto milioni proposti a giugno, infatti, ora non possono più bastare.