Calciomercato Juventus, il “castigatore” ha detto sì: ecco cosa manca

0
286

Calciomercato Juventus, Allegri tentenna, ma l’attaccante avrebbe già espresso il suo gradimento per la destinazione bianconera. Le ultime.

La Juventus è ancora un cantiere aperto, con alcune tessere del proprio mosaico ancora da mettere a posto. Prova ne sia il pressing bianconero per Filip Kostic, balzato improvvisamente in cima alla lista dei desideri della “Vecchia Signora”, alla ricerca di un calciatore con le caratteristiche della forte ala offensiva dell’Eintracht, ma non solo.

juventus
Max Allegri ©LaPresse

Un altro rebus tutto da sciogliere è legato infatti all’acquisto di quell’attaccante che nelle idee di Allegri dovrebbe non solo garantire riposo a Dusan Vlahovic, ma offrire anche una testa di ponte per le giocate del serbo. Tante sono le piste vagliate da Cherubini, che ad esempio continua a monitorare con una certa attenzione la situazione Morata: l’Atletico Madrid, però, per l’attaccante spagnolo non ha ancora aperto in maniera importante. Ecco perché “Madama” si è resa protagonista di sondaggi esplorativi anche per Muriel, Arnautovic, Martial e Depay, tra gli altri.

Calciomercato Juventus, Depay ha detto sì: doppio nodo

Calciomercato Juventus
Memphis Depay ©LaPresse

Proprio sul dossier dell’attaccante olandese di proprietà del Barcellona si segnalano interessanti novità. Stando a quanto trapela dalla Spagna, infatti, e riferito più nello specifico da “Sport”, Depay sarebbe lusingato all’idea di vestire la maglia della Juve. Volontà che però è destinata almeno per il momento a scontrarsi con la dura realtà: l’ex Lione percepisce infatti 5 milioni di euro netti a stagione, cifra che la “Vecchia Signora” non è assolutamente intenzionata a mettere sul piatto. Ad ogni modo, impossibile trascurare un altro tipo di ostacolo: la Juve vorrebbe concretizzare l’operazione in prestito, ma ciò implicherebbe il necessario rinnovo di Depay per almeno un’altra stagione, essendo l’attaccante legato al Barça da un contratto in scadenza nel 2023. Scenario comunque da attenzionare.