Juventus, Allegri rompe il silenzio: “Squadra pensata in altro modo”

0
1383

Juventus, Massimiliano Allegri ha deciso di rompere il silenzio al Corriere della Sera. “La squadra è pensata male, abbiamo problemi”

Ha parlato al Corriere della Sera Massimiliano Allegri. Anzi, ha parlato col giornalista Mario Sconcerti. Una chiacchierata dopo qualche discussione che “prima o poi avremmo dovuto risolvere” ha scritto l’editorialista del giornale più importante d’Italia, con il tecnico livornese che così ha rotto il silenzio dopo questo avvio di stagione deludente e che l’ha messo sulla graticola. La sua panchina è tutt’altro che salda. E lui lo sa anche se come detto non si sente in discussione. Ma Allegri è uomo di calcio, e conosce perfettamente la situazione.

Juventus
Allegri ©LaPresse

Intanto Max ha parlato di quello che è il momento della sua squadra.  “Sbagliamo passaggi, commettiamo troppi errori tecnici, non contrastiamo, perdiamo il controllo fisico degli avversari. Sono molto dispiaciuto per questa situazione e mi chiedo spesso se ho commesso errori”.

Juventus, Allegri: “La squadra era pensata in altro modo”

Allegri ©LaPresse

Allegri, alla domanda che si fa, ha dato anche una risposta che però stride con il calciomercato fatto, gestito in tutto e per tutto dal tecnico. “La prima risposta che riesco a darmi è quella che questa squadra è stata pensata in un altro modo. Abbiamo dei problemi di spinta sulle corsie esterne e non posso chiedere a giocatori che hanno corso per tutta la vita di continuare a fare l’intera fascia. Sicuramente qualcosa ci manca. Ci fermiamo troppo presto”.

Un mea culpa quello di Allegri, comunque, che continua a battere ovviamente anche su quelle che sono le assenze. E lui fino al momento ne ha avute e anche tante. “Provate a togliere cinque o sei titolari al Milan o all’Inter e poi vediamo se vanno in difficoltà” ha concluso. Corretto, questo punto. Ma ci si aspetta sicuramente dell’altro da parte dellaa Juve. A partire da domani.