Probabili formazioni Juventus-Bologna: Allegri la rivolta come un calzino

0
72

Probabili formazioni Juventus-Bologna, il tecnico livornese sembra avere le idee chiare sull’undici anti-Bologna. 

Un mese esatto. Tanto è passato dall’ultima vittoria della Juventus, che lo scorso 30 settembre all’Allianz Stadium ebbe la meglio sullo Spezia nel primo turno infrasettimanale della Serie A 2022-23. Un digiuno eccessivo, ingiustificabile. Che è un chiaro sintomo di una squadra malata, che ancora stenta a trovare una sua dimensione. Da allora i bianconeri hanno fatto registrare tre sconfitte (Psg, Benfica e Monza) e due pareggi (Fiorentina e Salernitana). Partite in cui non sono mancate le note positive, ma sono troppo poche per poter vedere il bicchiere mezzo pieno. Massimiliano Allegri, poi, non ha più attenuanti. L’allenatore è il primo a finire sul banco degli imputati dopo una stagione, quella scorsa, chiusa senza neppure un titolo come non accadeva da più di un decennio.

Via dalla Juventus
Allegri ©LaPresse

Con il Bologna, primo impegno di Vlahovic e compagni dopo la sosta per le nazionali, è vietato sbagliare. La partita coi rossoblù aprirà una settimana cruciale per la Juventus, che nel giro di qualche giorno affronterà il Maccabi Haifa in Champions League e poi il Milan campione d’Italia nello scontro diretto di San Siro.

Probabili formazioni Juventus-Bologna, si ritorna al 4-4-2: davanti tandem Vlahovic-Milik

Vlahovic @LaPresse

Nella serata dello Stadium dovrà essere tutto perfetto per far capire che l’andazzo è cambiato. Allegri sta ragionando da giorni sulla formazione da mandare in campo. Durante la pausa ha recuperato alcuni giocatori (Szczesny, Rabiot e Locatelli) ma rispetto alla gara di Monza ci saranno anche Milik e Cuadrado, entrambi squalificati in Brianza. Assente, invece, Angel Di Maria, espulso per un fallo di reazione nella sfida dell’U-Power Stadium.

Motivo per cui il tecnico toscano pensa ad un attacco a due, composto da Vlahovic e Milik: i due hanno dimostrato di poter giocare insieme. La linea di centrocampo sarà dunque a quattro, con McKennie e Kostic sulle fasce e la coppia Locatelli-Rabiot in mezzo. In difesa infine Allegri si affiderà a De Sciglio, Bremer, Bonucci e Danilo.