Torino-Juventus, Allegri: giocatori contro il ritiro pre derby? “Vi spiego”

0
86

Torino-Juventus, alla vigilia del derby della Mole, l’allenatore Massimiliano Allegri ha parlato in conferenza stampa.

Domani una sfida più importante di quanto sembri. Dopo la sconfitta di Maccabi, i bianconeri dovranno rispondere sul campo del Torino in una sfida cruciale nel cosiddetto derby della Mole. Il tecnico Massimiliano Allegri è intervenuto in conferenza stampa. Le sue parole alla vigilia del match.

Debacle Juventus
Allegri ©LaPresse

Allegri:

Reazione dalla squadra? Domani è il derby. Partita sentita da parte di tutti, difficile contro un Toro aggressivo e che darà intensità. Bisogna giocare corto e di squadra.

Ritiro cambiato e ho parlato con la squadra? Con la squadra parlo di tutti i giorni, il ritiro non era punizione: era momento per trovare il tempo di stare insieme e fare doppi allenamenti.

Giocatori contro il ritiro? Assolutamente no, voci infondate, nessuno ha chiesto di non fare il ritiro.

Fiducia dei giocatori e presidente? In campionato abbiamo 29 partite, abbiamo tutto il tempo per recuperare. In Champions ci penseremo dopo la partita contro l’Empoli.

Vecchia guardia o giovani? Diciamo che in questo momento l’incoscienza non ci deve mai abbandonare. Fa parte dei giovani e degli anziani. La cosa in più che dobbiamo tenere nei momenti di difficoltà.

Squadra compatta? La squadra non sembra compatta ma io credo che invece abbiamo voglia di arrivare un risultato, nessuno regala niente ma bisogna andare avanti e conquistarci tutto, uscendo da questa situazione. Indipendentemente da domani, la partita non risolve la situazione ma tutto l’insieme, iniziando a fare una prestazione da squadra domani.

Kean domani? Domani ne sceglierò uno tra Vlahovic, Kean o Milik.

Paredes? Arrivato da poco, domani non è detto che non giochi.