Milinkovic, la Juventus e il gioco delle tre carte: effetto domino travolgente

0
56

Superato il derby con una vittoria, per la Juventus non c’è tempo per fermarsi perchè già bisogna pensare ai prossimi impegni.

Questa è una stagione molto particolare, nella quale ci sarà la lunga sosta per i mondiali che si giocheranno in Qatar. Calendario dunque fittissimo di impegno per i bianconeri sia in campionato che in Champions League, dove però non stanno arrivando i risultati auspicati, anche se ieri i tre punti sono arrivati contro il Torino. In serie A infatti la formazione di Allegri rischia di finire subito fuori dalla lotta per lo scudetto o quantomeno per le prime quattro posizioni.

Non va certo meglio in Europa, considerato che l’eliminazione in Champions pare essere ad un passo viste le tre sconfitte in quattro partite. Bisogna dare il massimo e poi al momento della sosta di metà novembre si inizierà a fare il punto della situazione. Pensando inevitabilmente anche al futuro.

Juventus, anche Psg e Arsenal su Milinkovic-Savic

Parco dei Principi, Parigi ©LaPresse

Perchè è banale dire che nel corso del 2023 ci saranno nuovi innesti nell’organico bianconero. Che ci sia ancora Allegri al timone o meno, anche gli ultimi risultati hanno certificato di come servano altri elementi alla Juventus per tornare a vincere. Uno dei sogni di mercato della Juventus è Milinkovic-Savic, stella della Lazio che ha il contratto in scadenza nel 2024. Il presidente biancoceleste Lotito è stato chiaro: uno come lui vale 120 milioni di euro. Nell’estate 2023 il centrocampista potrebbe partire e il portale Fichajes delinea per lui tre possibili alternative future. Oltre alla Juventus, che ormai da tempo lo segue, Milinkovic-Savic sarebbe infatti nel mirino di Psg e Arsenal che sarebbero pronte a fare un’offerta per ingaggiarlo. Concorrenti di primo livello per i bianconeri, che per strapparlo alla Lazio dovrebbero fare uno sforzo economico non certo indifferente.