TV PLAY | Juventus sotto accusa: “Non è una squadra, può succedere di tutto”

0
59

TV PLAY | Juventus sotto accusa, piovono ancora critiche sull’operato di Massimiliano Allegri: “Nei due anni di stop non si è aggiornato”

La vittoria di Lecce è stata quella boccata d’ossigeno che ci voleva dopo la tremenda delusione dell’eliminazione dalla Champions League. Fagioli, con la sua gemma “alla Del Piero”, ha tirato fuori la Juventus da sott’acqua. In apnea com’era dopo la serataccia di Lisbona contro il Benfica. Non basta tuttavia per far sì che i bianconeri possano rivedere la luce intorno al tunnel: semmai ha indicato che una delle strade da perseguire deve essere quella di dare maggiore spazio ai giovani, che in questo momento complicato possono diventare una risorsa importante. E la rete del prodotto del vivaio, l’anno scorso in prestito alla Cremonese e che da tempo aspettava un’opportunità, lo dimostra perfettamente.

TV PLAY | Juventus sotto accusa: “Non è una squadra, può succedere di tutto”
Allegri ©️Ansafoto

Resta da capire, adesso, come la Juventus uscirà dall’importante doppia sfida con Psg e Inter, che affronterà peraltro nel giro di pochi giorni. Massimiliano Allegri si aspetta un’altra reazione dopo il fiasco Champions ma sa anche che non sarà assolutamente facile vista la lunga lista di indisponibili con cui ormai da mesi deve fare i conti.

TV PLAY | Juventus sotto accusa, Bucchioni severo con il tecnico livornese

Flop Allegri, Pioli alla Juventus: cosa sta succedendo
Allegri ©️Ansafoto

Nonostante in campionato la Juventus abbia ricominciato a marciare grazie alle tre vittorie consecutive con Torino, Empoli e Lecce, il giudizio riguardo all’operato del tecnico continua ad essere negativo. Ha riservato diverse stoccate ad Allegri il giornalista Enzo Bucchioni, intervenuto pochi minuti fa ai microfoni di Calciomercato.it in diretta su TvPlay. “Dalla Juventus aspettiamoci il peggio tutte le volte – ha detto – In un momento di delicatezza tale, se finisse fuori dall’Europa League non mi meraviglierei. E le probabilità sono alte. Il Psg va a Torino per vincere, per fare l’impresa. Godi il doppio a fare 4-5 gol a Torino. All’andata i bianconeri sono stati imbarazzanti, soprattutto nel primo tempo. La Juventus è una “non squadra”. Era già una “non squadra” quando c’erano i titolari. Allegri probabilmente non ha visto neanche una partita durante il periodo lontano dal calcio, a differenza di Spalletti che è cresciuto dopo l’esonero”.