Verona-Juventus, tocco di mani in area di Danilo: la sentenza di Marelli

0
770

Ultimi sforzi per la Juventus in questo 2022, con la trasferta di Verona che ha rappresentato una cartina al tornasole per le ambizioni dei bianconeri.

Missione compiuta per la squadra bianconera, che ha conquistato così altri tre punti preziosi nella rincorsa per le prime posizioni. Cinque i successi consecutivi di una Juventus che ha confermato il suo buon momento andando a vincere sul campo dell’Hellas. A decidere le sorti dell’incontro è stata una rete segnata da Kean dopo un’ora di gioco. Poi i bianconeri hanno mantenuto la porta inviolata, anche nel finale quando sono rimasti in dieci per il rosso ad Alex Sandro.

Fagioli juvelive.it
Fagioli durante la sfida con il Verona @LaPresse

Adesso l’obiettivo è quello di chiudere in bellezza quest’anno solare battendo una diretta concorrente per la zona Champions come la Lazio dell’ex Sarri. Ultima partita da vincere prima di iniziare a pensare al 2023, anno nel quale ci si attende decisamente di più da parte della truppa allenata da Massimiliano Allegri.

Juventus, per Marelli il mano di Danilo non è rigore

Festa Juventus juvelive.it
La gioia della Juventus dopo il gol @LaPresse

Si sta parlando molto in questi minuti di un episodio accaduto nel corso dei novanta minuti e che – il condizionale è sempre d’obbligo – avrebbe potuto condizionare la sfida. Stiamo parlando di un fallo di mani di Danilo in area di rigore che ha generato le proteste degli scaligeri, che avrebbero voluto la concessione di un penalty. Rigore però che l’arbitro non ha assegnato, nè ha rivisto al Var.

Una decisione che ha trovato d’accordo anche l’ex arbitro e opioninista Luca Marelli, che ai microfoni di Dazn ha dichiarato: “Non è rigore per il Verona per tocco totalmente inatteso”. Un episodio che in ogni caso è destinato a far parlare molto i tifosi sui social in questi giorni.