Risposta lampo al City: Juve in pole, ma un caso è ormai chiuso

0
47

Risposta lampo al Manchester City, la Juventus comunque rimane in pole: un altro caso, comunque, dentro la squadra sembra essere chiuso

Nei giorni scorsi vi abbiamo parlato di un forte interesse del Manchester City nei confronti di Braghin, direttore della formazione femminile della Juventus. Un’offerta importante recapitata al dirigente bianconero che, secondo quanto spiegato da Romeo Agresti di goal.com, deve dare una risposta in tempi brevi ai Citizens che stanno cercando di rinnovare anche il comparto femminile.

Risposta lampo al City: Juve in pole, ma un caso è ormai chiuso
Guardiola ©️LaPresse

C’è anche un’altra rivelazione importante, comunque, ed è relativa quella che sarebbe l’idea del dirigente che è arrivato a Torino dieci anni a e prima di prendere in mano le ragazze, portandole ad un ciclo infinito di vittorie, era stato alla Primavera: la sua priorità infatti sarebbe quella di rimanere insieme ad Agnelli, anche se il momento della formazione allenata dall’australiano Montemurro non è delle migliori: persa la Supercoppa Italiana contro la Roma, anche in Serie A le giallorosse sono davanti. Quest’anno però lo scudetto verrà assegnato con una poule finale che riguarderà le prime cinque classificate della massima serie. Insomma, tutto è ancora da decidere.

Risposta lampo al City, Lundorf ai saluti

Risposta lampo al City: Juve in pole, ma un caso è ormai chiuso
Braghin ©️LaPresse

In tutto questo si muove anche il mercato della Juve, con Matilde Lundorf che sembra essere ai titoli di coda. La sua esperienza dentro Vinovo – e lì il quartier generale delle ragazze – ormai è quasi finita e a gennaio probabilmente (se non anche prima) saluterà Gama e compagne. La Juventus, comunque, è chiamata anche ad intervenire sul mercato visto che sono diverse le calciatrici che non sembrano più avere quelle motivazioni e quella fame che hanno portato così tanti successi. Sono i cicli, che finiscono, e forse questo sembra arrivato al capolinea. Servirebbe uno scossone. Chissà, Braghin potrebbe rimanere appunto per questo.