Big match con la Juve a rischio: mani sul volto, si teme un grave infortunio

0
71

Big match con la Juve a rischio, in tanti hanno notato la smorfia sul volto del calciatore quando è stato costretto ad abbandonare il campo. 

La Juventus, a differenza delle altre big della Serie A, quest’anno non è impegnata nelle coppe europee.

Big match con la Juve a rischio: mani sul volto, si teme un grave infortunio
San Siro – Juvelive.it (Ansa)

Non lo si può definire certamente un vantaggio, visto che al club sono venuti a mancare i circa 80 milioni di introiti garantiti da una competizione come la Champions League – alla quale i bianconeri si erano qualificati sul campo, prima di essere penalizzati prima e squalificati dalla Uefa poi – ma rispetto alle dirette concorrenti possono concentrarsi su una sola partita a settimana. Dopo la gara con l’Atalanta, in programma domani alle 18 al Gewiss Stadium di Bergamo, gli uomini di Massimiliano Allegri cominceranno già a pensare al derby con il Torino. La stracittadina con i granata è l’ultima prima della sosta per le nazionali. Poi i bianconeri affronteranno un altro big match, a San Siro contro il Milan. Un calendario a dir poco complicato che tuttavia sarà utile per testare le ambizioni di Danilo e compagni, che non possono perdere altro terreno nei confronti delle concorrenti.

Big match con la Juve a rischio, Loftus-Cheek si è fatto male: salta anche i bianconeri?

La sfida con il Milan, dicevamo, si gioca tra circa 20 giorni ma Stefano Pioli potrebbe dover fare a meno di un titolare del suo centrocampo, l’inglese Ruben Loftus-Cheek.

Big match con la Juve a rischio: mani sul volto, si teme un grave infortunio
Loftus-Cheek – Juvelive.it (Ansa)

L’ex Chelsea, infatti, arrivato in estate a Milanello, è uscito dopo soli 25 minuti durante la gara con la Lazio, che i rossoneri stanno disputando in questo momento. Potrebbe trattarsi di un problema muscolare ma la smorfia sul volto del giocatore fa temere il peggio. L’ex Blues, una volta sostituito, è filato dritto negli spogliatoi del “Meazza”, accompagnato dal medico del club rossonero. Si teme uno stop non di breve durata e non è da escludere che, oltre alle prossime partite, salti anche quella con la Juventus.