Atalanta-Juventus, l’allegrata di formazione: adesso si gioca il posto

0
180

E’ il giorno della partita oggi per la Juventus, che scende in campo per una sfida molto delicata come quella contro l’Atalanta.

Gli orobici non hanno bisogno di presentazioni. Non sono certo una rivelazione del campionato di serie A visto che ormai da anni riescono a lottare per le prime posizioni. La gara odierna sarà molto importante perché sarà un test per capire se gli uomini di Massimiliano Allegri potranno sognare in grande, ovvero la conquista dello scudetto.

Atalanta-Juventus, l’allegrata di formazione: adesso si gioca il posto
Massimiliano Allegri ©LaPresse

Davanti l’Inter viaggia su ritmi altissimi e non bisogna perdere terreno per strada. E’ vero che la Juventus non avrà impegni europei, ma allo stesso tempo è vero che le altre big che sognano il tricolore sono tutte formazioni che hanno delle rose ampie e lunghe. In grado di consentire le adeguate rotazioni. I bianconeri oggi si presentano a Bergamo decisamente spuntati, le assenze di Vlahovic e Milik sono di quelle che si potrebbero far sentire.

Juventus, emergenza in attacco: chance per Kean dall’inizio

Nella probabile formazione della Juventus di oggi ci saranno dunque delle novità e dei ballottaggi che saranno decisi soltanto a ridosso della sfida delle 18. In difesa dovrebbe rivedersi Gatti dall’inizio, a sinistra si giocano una maglia Cambiaso e Kostic mentre a metà campo il dubbio di Allegri è tra Fagioli e Miretti.

Atalanta-Juventus, l’allegrata di formazione: adesso si gioca il posto
Moise Kean (LaPresse)

Pochi invece i dubbi in attacco dove, a causa delle assenze già citate, ci sarà spazio per Moise Kean. Una occasione importante per l’azzurro, che finora di spazio ne ha avuto poco e non ha avuto modo di incidere. L’attaccante vive una fase cruciale della sua carriera. Soltanto inanellando gol e buone prestazioni potrà convincere Allegri ad affidargli un ruolo chiave in questa Juventus. La partita di questa sera dunque sarà la vetrina ideale per verificare se Kean potrà essere decisivo per la sua squadra.