Calciomercato Juventus, addio dopo sei mesi: scambio clamoroso per Morata

0
172

Calciomercato Juventus, emergono particolari interessanti sulla trattativa con l’Atletico Madrid per il riscatto dell’attaccante spagnolo. 

Il famigerato “gong” è suonato ieri. La data del 16 giugno rappresentava il termine ultimo per riscattare Alvaro Morata dall’Atletico Madrid. La prima parte della telenovela per l’attaccante spagnolo si è dunque conclusa. La Juventus, per ora, non è riuscita a trovare un accordo per far rimanere a Torino il centravanti che tanto piace a Massimiliano Allegri.

Morata ©LaPresse

La società bianconera, forte della volontà del giocatore di restare nel capoluogo piemontese, avrebbe fatto di tutto per ottenere uno sconto sui 35 milioni richiesti dai “Colchoneros” per rilevare definitivamente il cartellino di Morata. La cui seconda avventura italiana era iniziata due estati fa, nel 2020, dopo la fallimentare esperienza alla corte di Diego Simeone. L’allenatore argentino, nonostante l’importante investimento effettuato dal suo club, l’ha sempre utilizzato con il contagocce. Per ragioni tecniche ovviamente, con l’attaccante della nazionale spagnola che era finito ai margini della squadra. Poi Atletico e Juve si erano “inventate” una formula che avrebbe soddisfatto tutti: prestito biennale a dieci milioni di euro a stagione più altri 35 al termine dei due anni.

Calciomercato Juventus, anche Zakaria proposto come contropartita per Morata

Zakaria (Lapresse)

Come riporta il Corriere dello Sport, in ogni caso Morata non resterà a lungo a Madrid. Le due parti sono già all’opera per trovare una soluzione. E tra queste ci sarebbe anche la possibilità che il giocatori rinnovi con l’Atletico per poi essere ceduto nuovamente in prestito alla Vecchia Signora, in modo da consentire agli spagnoli di spalmare l’ingaggio. Lo stesso Corriere, tuttavia, fa emergere dei particolari interessanti sulla prima trattativa per il riscatto. La Juventus, infatti, avrebbe provato a inserire anche delle contropartite tecniche per accontentare i “Colchoneros”. Prima Moise Kean, poi Adrien Rabiot e addirittura Denis Zakaria, arrivato a Torino solamente lo scorso gennaio.